A Natale non c’è solo una Poltrona per due, ecco dieci serie tv da vedere in famiglia durante le feste, per un binge watching tra panettoni, pandori e popcorn

Care vecchie tradizioni. A dicembre, e in particolar modo negli ultimi giorni dell’anno, tornano agguerrite, come nemmeno Pennywise nella cittadina di Derry o i remastered nei primi mesi di vita di una console. Neanche il tempo di abituarsi al freddo ed ecco Micheal Bublè impossessarsi dei palinsesti radiofonici italiani, mentre un parente alla lontana ci ricorda che l’ultima volta che ci aveva visti eravamo “alti così”, anche se ormai abbiamo più di trent’anni e sentiamo la stessa frase ogni anno. Il tutto indossando rigorosamente caldissimi maglioni rossi e verdi raffiguranti renne e altri animali fantastici, mentre su tavoli più imbanditi che mai si è pronti a luculliane mangiate in modalità Jabba the Hutt.

Oltre all’immancabile visione di Una poltrona per due, in famiglia ci si bea del caldo tepore della luce televisiva, fusi con il divano, assuefatti dal burroso odore di Pandoro. Ma cosa vedere con i propri familiari oltre all’ennesima replica de La Fabbrica di cioccolato e per non incappare nuovamente in The Family Man?
Ecco dieci serie tv da vedere a Natale in famiglia, con i propri genitori o figli, per conciliarsi con l’atmosfera delle feste e per evitare le scene di sesso che creano più imbarazzo di un regalo riciclato.

Buon quel che vi pare

Emmy Quinn (Bridgit Mendler) durante le feste natalizie torna a casa, dalla sua iper tradizionalista famiglia. Emmy porta con sé il suo nuovo ragazzo Matt (Brent Morin). Sin dal primo sguardo Matt non riesce a entrare nelle simpatie del padre, Don (Dennis Quaid), agente delle forze dell’ordine con mentalità e modi decisamente all’antica, con un atteggiamento molto protettivo nei confronti della figlia. Matt cerca in ogni modo di piacere a Don, per consolidare la relazione con Emmy. L’atteggiamento del padre e le assurdità della bizzarra famiglia creeranno ostacoli continui al tentativo del ragazzo. Buon quel che vi pare è la classica serie tv da vedere in famiglia a Natale senza grosse pretese, ma capace di mescolare umorismo e spirito natalizio. Con un retrogusto di black humor, la serie riporta al tempo in cui le sitcom riempivano in palinsesti anni novanta.

Tre giorni di Natale

serie tv famiglia

Tre giorni di Natale è la struggente storia di quattro sorelle in diversi periodi della loro esistenza. La serie tv si sposta infatti nell’arco di tre macro momenti della loro vita: l’adolescenza, l’età adulta e la vecchiaia, ma sempre nel giorno di Natale. Tutto inizia proprio un 25 dicembre, quando Esther, Maria e Adela, ancora giovanissime, accolgono tra loro una quarta bambina, Valentina, figlia di un fuggitivo. Questo evento cambierà per sempre la loro vita, creando un legame indissolubile tra loro. Drammi, misteri, amicizia sono gli ingredienti dei tre natali vissuti dalle sorelle. Un giorno che non dimenticheranno mai e che è ben narrato in questa miniserie spagnola dai connotati drammatici, creata da da Pau Freixas. Per chi vuole vedere una serie tv con la propria famiglia diversa dalle consuete stucchevoli commedie natalizie.

The Good Place

serie tv famiglia

Dopo aver perso la vita, tragicamente uccisa da una pila di carrelli che l’hanno travolta mentre faceva la spesa, Eleanor (Kristen Bell) si ritrova in uno strano ufficio nell’aldilà. Micheal (Ted Danson), la sua guida in questa nuova realtà ultraterrena, le rivela che è finita nella parte buona, il luogo destinato a chi ha commesso buone azioni durante la propria vita sulla terra. Ma c’è qualcosa che non torna, perché Eleanor in vita sua non ha mai agito correttamente, vivendo sempre nella dissolutezza e nel vizio. Catapultata in un mondo in cui chiunque è buono e gentile e in cui nemmeno si riescono a pronunciare parolacce, Eleanor cerca in tutti i modi di nascondere il suo cinico e scorretto modo di vivere, per cercare di rimanere nella parte buona. The Good Place è la perfetta serie tv da vedere in famiglia per bilanciare i troppi buoni sentimenti che il Natale sa regalare. Con un umorismo pungente, mescola spunti filosofici a geniali trovate narrative, regalando un binge watching perfetto per le feste.

Skam Italia

serie tv famiglia

É vero c’è del sesso (e annessa vergogna familiare) e ci sono tematiche prettamente legate al mondo giovanile contemporaneo. Ma perché vedere Skam allora? La risposta è semplice: è la serie perfetta per far capire il mondo adolescenziale ai propri genitori o per addentrarsi nelle sottotrame teen, se ormai si hanno trent’anni e il liceo è un lontano ricordo offuscato. Natale è il momento del ricongiungimento perfetto e Skam è lo specchio più realistico delle dinamiche sociali delle nuove generazioni. Un modo ideale per ricongiungere diverse fasce di età e per apprezzare una delle migliori serie italiane degli ultimi anni. Si parte prevenuti, perché in ognuno echeggiano i versi di Manuel Agnelli: “Sui giovani d’oggi ci scatarro su”. Poi non si riesce a non guardare le quattro stagioni che compongono la serie. E alla fine Eva, Giovanni, Martino, Eleonora e Sana vi sembreranno quei compagni che avreste voluto avere al liceo.

Una mamma per amica

serie tv famiglia

A Natale ogni rewatch vale e Netflix permette di riguardare, per l’ennesima volta, Una mamma per amica, probabilmente la serie che meglio narra le vicende tra genitore e figlio. Il rapporto tra Lorelai Victoria Gilmore e la figlia Lorelai “Rory” Leigh Gilm è infatti un capolavoro narrativo, che racchiude un universo dal quale non si vorrebbe mai uscire. Stars Hollow è un microcosmo pulsante, in cui amori, amicizie, scontri generazionali si fondono e creano una sinfonia magistralmente diretta da Amy Sherman-Palladino. Non importa quante volte la si veda, Una Mamma per amica regala ogni volta quella magia, che solo il natale e il binge watching sanno regalare.

Home Before Dark

Hilde Lisko e i suoi genitori si spostano da Brooklyn alla minuscola cittadina di Erie Harbor, posizionata accanto ad un lago tanto affascinante ma inquietante. Nonostante la sua giovanissima età Hilde è una giornalista in erba e si accorge di alcune stranezze legate al paese. Sfidando i sospetti degli abitanti di Erie Harbor, Hilde riscopre un vecchio caso legato alla scomparsa di un bambino, Richie Fife, amico d’infanzia di suo padre. Anni dopo quella tragica sparizione, nessuno vuole ricordare quella faccenda, ma Hilde vuole a tutti i costi risolvere il mistero per supportare l’innocenza dell’uomo incarcerato anni prima. Home Before Dark è la classica serie tv da vedere a Natale in famiglia: è avvincente, si muove perfettamente tra teen drama e mistery e mette in luce Brooklynn Pierce, bravissima nei panni della detective reporter.

Una serie di sfortunati eventi

Basta sull’omonima serie di romanzi scritti di Lemony Snicket Una serie di sfortunati eventi è una serie televisiva creata da Mark Hudis per Netflix. Le tre stagioni che compongono l’opera si rifanno ai tredici libri di Snicket, i primi tre erano stati già ripresi nell’adattamento cinematografico diretto da Bradley Silberling ed interpretato da Jim Carrey. La serie segue le bizzarre e sfortunate vicende degli orfani Violet, Klaus e Sunny Baudelaire, vittime dei tranelli e misfatti del loro cattivissimo tutore, il malvagio conte Olaf, desideroso di impossessarsi della loro eredità. I fratelli Baudelaire cercheranno in ogni modo di sfuggire alle angherie di Olaf e indagare sulla misteriosa scomparsa dei loro genitori. La fantastica interpretazione di Neil Patrick Harris, una fotografia sorprendente e un ottimo ritmo narrativo sono alla base di questa serie tv, il cui spirito è perfetto una visione in famiglia durante le feste natalizie.

Trollhunters

Nel 2016 Guillermo del Toro regalava a Neflix una delle migliori serie di animazione degli ultimi anni: Trollhunters: I racconti di Arcadia. Prodotta dalla DreamWorks Animation e diretta dal vincitore del premio Oscar per La forma dell’acqua, la serie segue le vicende di James Lake Jr., un ragazzo che trova un misterioso amuleto e viene avvicinato da due troll di nome Blincky e Argh che gli svelano che è il prescelto, il TrollHunter, ovvero il guardiano della razza dei troll. Jim dovrà da quel momento in avanti addestrarsi nel combattimento e nelle pratiche magiche. Aiutato da Tobs, e da Clair, James dovrà affrontare i troll malvagi comandati dal potente Ganmar e dal figlio Pular. Basato sul libro scritto a quattro mani dallo stesso Del Toro e Daniel Kraus, la serie, composta da tre stagioni e cinquantadue episodi, è tuttora una delle migliori produzioni animate presenti sulla piattaforma on demand. Animazioni ispirate, personaggi carismatici e una scrittura brillante la rendono una perfetta serie tv da vedere e amare in famiglia durante le feste natalizie.

Hanna

serie tv famiglia

Erik Heller (Joel Kinnaman), un ex agente della CIA del reparto UTRAX, che modifica il DNA dei bambini per realizzare super soldati, si innamora della madre di una paziente e fugge con lei nella foresta, dopo aver salvato la figlia dalla struttura in cui vengono effettuati gli esperimenti. La spietata Marissa Weigler (Mireille Enos) ordina immediatamente la caccia ai tre e la madre della bambina muore in un incidente. Erik è costretto a crescere Hanna da solo, allenandola al combattimento e insegnandole tutto ciò che le servirà per sopravvivere. La curiosità di Hanna la porta a uscire dai boschi in cui vive e a scoprire dettagli su se stessa e sul mondo che le dà la caccia. Action, mistero e tensione sono gli ingredienti di Hanna, che segue il percorso di crescita e scoperta di una teenager sui generis.

Dark Crystal – La resistenza

Dark Crystal – La resistenza è il prequel televisivo dell’omonimo film fantasy del 1982 diretto da Jim Henson e Frank Oz. La vicenda prende vita in un pianeta semidesertico chiamato Thra, che si alimenta acquistando la forza da un cristallo magico noto come il Cristallo della Verità. L’apparente quiete dell’universo viene infranta dalla stirpe degli Skeksis che danneggia il magico potere del Cristallo. Il popolo dei Gelfings, una razza con le fattezze umanoidi e orecchie da elfo, si ribella e tre di loro intraprendono un avventuroso viaggio per salvare il pianeta. Dark Crystal spicca per la sua magnifica estetica, realizzata quasi interamente in analogico, usando pupazzi animatronici e burattini, come nella pellicola originale. Una serie tv fantasy perfetta per essere vista in famiglia durante il natale, per ricreare ambientazioni fiabesche e un’atmosfera magica. L’unico difetto è il mancato rinnovo per una seconda stagione, ma i dieci episodi meritano la visione!

Secondo la sua pagina Wikipedia mai accettata è nato a Roma, classe 1983. Come Zerocalcare e Coez, ma non sa disegnare né cantare. Dopo aver imparato a scrivere il proprio nome, non si è mai fermato, preferendo i giri di parole a quelli in tondo. Ha studiato Lettere, dopo averne scritte tante, soprattutto a mano, senza mai spedirle. Iscritto all'Ordine dei giornalisti dal 2006, ha collaborato con più di dieci testate giornalistiche. Parlando di cinema, arte, calcio, musica, politica e cinema. Praticamente uno Scanzi che non ci ha mai creduto abbastanza. Pigro come Antonio Cassano, cinico come Mr Pink, autoreferenziale come Magritte, frizzante come una bottiglia d'acqua Guizza. Se cercate un animale fantastico, ora sapete dove trovarlo.