Caos Super Smash Bros: nuovo scandalo per molestie sessuali

Non si placa lo scandalo sulle molestie sessuali che ha sconvolto il mondo dei videogiochi, arrivando ora anche a toccare la community online di Super Smash Bros Ultimate.

La scena competitiva di Smash sta subendo degli scossoni dopo che sono sorte una quantità inquietante di accuse sessuali riguardo a personaggi di spicco della comunità. Sfortunatamente non è una novità: nel 2016 era emerso un caso simile, dato che il giocatore Cristian “Hyuga” Medina era stato accusato di uno stupro avvenuto a Las Vegas durante un evento.

Ora nuovi casi sono tornati alla ribalta. Nello specifico nelle ultime ore sarebbe stata l’utente Troy “Puppeh” Wells a raccontare degli abusi subiti in passato da Cinnamon “Cinnpie” Dunson, nota giocatrice della community.

Il giovane racconta di aver avuto una relazione con Cinnpie nel 2016, quando aveva 14 anni (mentre Cinnamon ne aveva 24). A una festa la ragazza, estremamente ubriaca, avrebbe costretto il giovane a un rapporto. Successivamente la relazione tra i due sarebbe continuata durante l’estate, finché Cinnamon non chiese a Troy di cancellare tutti i messaggi che si erano scambiati per chiudere ogni contatto con lui, almeno finché non avesse compiuto 18 anni.

smash bros molestie sessuali 00

L’utente Cinnpie, al momento coinvolta nello scandalo

Alla testimonianza di Puppeh si è aggiunta quella di Glyphmoney, il quale ha raccontato come anche con lui Cinnamon sia stata manipolativa, utilizzando il sesso come arma per costringerlo a una relazione, utilizzando allo stesso tempo il rapporto con Puppeh per farlo ingelosire.

 

Sfortuna vuole che questo non sia l’unico caso emerso. Anche Nairoby “Nairo” Quezada è parte di questo scandolo. Da quanto emerso nel 2017, all’età di vent’anni, avrebbe approfittato dell’ex giocatori Zack “CaptainZack” Lauth, all’epoca quindicenne.

Se nel caso di Cinnpie non ci sono state ancora dichiarazioni, Nairo ha replicato con un post su Twitter. All’interno conferma le accuse e chiede scusa per il suo comportamento.

(fonte: Dualshockers.com)

No more articles