Paramount Pictures produrrà un film d’animazione sulle Spice Girls

Chi è cresciuto negli anni ’90 le ricorderà bene, ma anche i più giovanni ne avranno sicuramente sentito parlare. Le Spice Girls, storica girl band musicale nata a Londra nel 1994, fu un gruppo attivissimo in quel periodo, segnando l’immaginario collettivo. La band composta da Geri Halliwell, Victoria Adams, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm, è ancora oggi il gruppo musicale femminile di maggior successo di sempre, con oltre 85 milioni di dischi venduti. Secondo il critico David Sinclair le Spice Girls sono state un fenomeno sociale che ha cambiato la musica popolare e la cultura musicale.

E adesso, a parecchi anni di distanza, continuano a fare la storia: le Spice Girls infatti diventano un film d’animazione, e sarà la Paramount Pictures a produrlo. Se ne parlava già da un po’, ma adesso è davvero ufficiale.

Lo studio in questione ha come presidente Mireille Soria e un staff prevalentemente femminile. Del progetto del film ovviamente fanno parte tutte le Spice Girls, sarà prodotto da Simon Fuller e Karen McCullah mentre sarà Kiwi Smith ad occuparsi della sceneggiatura. Il film d’animazione includerà i grandi classici delle Spice Girls ma anche nuove canzoni: dovremo quindi aspettarci un grande rilancio del gruppo.

La stessa Mireille Soria, in un’intervista rilasciata a The Hollywood Reporter ha dichiarato, parlando delle Spice Girls: “Sono molto coinvolte”.

spice girls film

Non sarà la prima volta che le cinque cantanti si trovano riunite sul grande schermo, e infatti era già successo per il film del 1997 Spice World, diretto da Bob Spiers. Era un film musicale che aveva come protagoniste sempre le componenti della popolare band britannica Spice Girls, che ovviamente vestivano i panni di se stesse. Nel film cerano le canzoni dell’album Spiceworld, secondo della band, uscito proprio nel ’97.

I fan, ma soprattutto le fan, potranno aspettarsi quindi non soltanto un film ma anche un nuovo album in vista dell’uscita della pellicola nelle sale.

Fonte: The Hollywood Reporter

No more articles