Rumor: nuove conferme su Daredevil in Spider-Man 3?

Sono ore calde per Spider-Man 3, che dopo la conferma del ritorno di Alfred Molina pare destinato a vedere anche Daredevil nel film. Almeno questo è quanto emerge da un’esclusiva diffusa sul web da Murphy’s Multiverse, che ha rilanciato la possibilità che Charlie Cox compaia nel terzo film di Spider-Man nel MCU.

Per quanto la fonte negli ultimi tempi si sia dimostrata affidabile, raccomandiamo ai nostri utenti prudenza. Mancano ancora conferme di quanto sostenuto dall’insider. Sarà tuttavia nostra cura aggiornarvi non appena avremo maggiori notizie al riguardo.

La fonte avrebbe appreso che “Charlie Cox, protagonista dell’amata serie Netflix, farà il suo debutto nell’MCU nel terzo film di Spider-Man in un accordo che è stato sottoscritto da ormai da diversi mesi”.

Dall’insider apprendiamo inoltre che ci sarebbero piani per Daredevil all’interno del Marvel Cinematic Universe. Il sito sottolinea anche come questi piani coinvolgano, al momento, il solo Daredevil, mentre non riguardino il resto dei Difensori e dei personaggi delle serie Netflix.

Spider-Man 3 Daredevil Charlie Cox

Il primo passo per l’Uomo senza Paura sarebbe quello di apparire in Spider-Man 3, anche se non è chiaro in quale veste e con quali modalità. Non resta che attendere per scoprirlo. Quello di Charlie Cox non è l’unico nome in ballo in queste ore.

Collider ha rilanciato una notizia simile, sostenendo che ci siano delle trattative avanzate tra Sony e Marvel per l’ingresso dei passati Spidey nella pellicola. Andrew Garfield e Tobey Maguire tornerebbero a interpretare Peter Parker, ma non solo. Accanto a loro ci sarebbe Kirsten Dunst e, secondo il redattore che ha battuto la notizia, anche Emma Stone, pronte a riprendere i ruoli di MJ e Gwen Stacy.

Il multiverso sta per invadare la vita del nostro amichevole ragno di quartiere? Non resta che attendere Spider-Man 3 per vedere se Daredevil e gli altri saranno davvero presenti.

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.