Nuove foto di Spider-Man 3: sul set anche il fratello di Tom Holland

Negli ultimi giorni hanno iniziato a circolare alcune nuove foto di Spider-Man 3. Gli scatti ci confermano che l’azione si svolgerà in inverno, forse nel periodo natalizio.

Le immagini, diffuse dal portale JustJared, risalgono al 15 Gennaio e ci mostrano MJ (Zendaya) al lavoro in un negozio di ciambelle accanto a Ned (Jacob Batalon), l’amico di Peter visto nei primi due film. Potete vederne alcune qui di seguito.

L’impressione è che Peter stia cercando di chiedere a MJ di uscire, facendosi coraggio e parlando tra sé per trovare le giuste parole da dire alla ragazza. Forse il rapporto tra i due, dopo il finale a sorpresa visto nella scena post-credits di Far From Home, ha in qualche modo incrinato la loro relazione.

Sempre tramite JustJared sono stati diffusi altri scatti, di una sequenza girata il 16 Gennaio. Qui vediamo Tom Holland con indosso il costume e, tra le persone sul set, compare anche il fratello Harry, forse presente sul set per una piccola comparsa.

Si sa ancora poco riguardo alla trama del film. Voci insistenti vogliono che questo terzo film di Spider-Man del Marvel Cinematic Universe si leghi in qualche maniera alla seconda pellicola di Doctor Strange, contribuendo quindi ad ampliare la “mitologia” del Multiverso Marvel.

Tra gli attori confermati in effetti ci sono Jamie Foxx, Alfred Molina e J.K. Simmons, i quali hanno preso parte ai precedenti franchise dedicati a Spidey, interpretando rispettivamente Electro, Doctor Octopus e J. Jonah Jameson (già comparso alla fine di Far From Home). Ancora nessuna conferma sulla presenza dei precedenti interpreti dell’Uomo Ragno, Andrew Garfield e Tobey Maguire.

Il film attualmente è atteso nelle sale per il 17 Dicembre del 2021. Una data che dovrebbe essere di relativa sicurezza per quanto riguarda l’uscita del film, quando la situazione sanitaria si sarà regolarizzata.

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.