Su Steam Deck ci sarà un limitatore che permetterà ai giocatori di settare gli FPS dei giochi per poter utilizzare la batteria più a lungo.

L’annuncio dell’arrivo di Steam Deck da parte di Valve ha colto un po’ di sorpresa l’industria videoludica, ma ha anche incuriosito tutta una fetta della community gaming che non vede l’ora di mettere le mani su un dispositivo portatile potente e in grado di riprodurre i giochi della propria libreria Steam praticamente ovunque.

Logico dunque che ci sia voglia di saperne di più su tutta una serie di specifiche e caratteristiche che per il momento Valve non ha ancora rilevato, una su tutte la batteria: quanto dura? Che capacità ha? Per il momento a queste domande ancora non c’è risposta, ma c’è un’interessante indicazione data nei giorni scorsi su Twitter da Pierre-Loup Griffais, uno sviluppatore in seno proprio alla stessa Valve.

steam deck limitatore fps

Steam Deck avrà, sostanzialmente, un sistema opzionale che permetterà di limitare gli FPS, permettendo così ai giocatori di sacrificare un po’ le performance per ottenere maggiore durata della batteria. Lo sviluppatore non ha parlato in termini numerici di quanto il limitatore prolunghi l’autonomia della console, né a quanti FPS sarà possibile settarlo, e oltretutto si potrebbe obiettare che costruire Steam Deck con una batteria più potente in partenza avrebbe forse evitato il bisogno di un limitatore, ma è comunque un’informazione interessante.

Griffais ha anche voluto rassicurare i fan a proposito di alcuni rumor riguardanti proprio gli FPS, specificando che i 30 FPS sono il minimo che i giocatori si aspettano dalla console, e non l’obiettivo che si sono prefissati in Valve, come qualcuno aveva erroneamente sostenuto nei giorni scorsi.

E voi cosa vi aspettate da Steam Deck? Vi ha convinto la presentazione della console di Valve?

(Fonte: Game Rant)

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.