Suda 51, Swery 65 e Keiichiro Toyama lavoreranno insieme su Hotel Barcelona, nuovo gioco horror prodotto da Devolver Digital

Gli autori di No More Heroes e Deadly Premonition, giusto per citare due delle loro opere, Suda 51 e Swery 65, hanno appena annunciato di voler sviluppare un nuovo gioco, probabilmente un horror, che dovrebbe chiamarsi Hotel Barcelona, con la collaborazione di Keiichiro Toyama, già director di Siren, Silent Hill e Gravity Rush.

La notizia è stata data durante un surreale livestream di IGN Japan, durante il quale Toyama è intervenuto con un messaggio, offrendo la sua collaborazione ai due.

Il titolo sarà Hotel Barcelona, come detto, e dovrebbe essere un horror, ma al momento è tutto un po’ campato per aria, e non ci sono dunque notizie certe su eventuali dettagli. Si sa però che Swery e Suda stavano lavorando su un gioco per PSVR che è stato cancellato, per cui è possibile che qualche idea confluisca poi in questo nuovo progetto.

I due volevano creare un gioco indie, ed hanno trovato il publisher in Devolver Digital, che gli ha dato un budget di un milione di dollari circa.

suda swery hotel barcelona

Suda ha menzionato Siren, il survival horror su PS2 dello stesso Toyama, tra le fonti di ispirazione, per un gioco che potrebbe avere diverse timeline o dimensioni, come lasciato intendere dai due durante la diretta. Swery (che abbiamo intervistato a Etna Comics) è anche interessato a dare suspense al gioco, citando Twin Peaks come ispirazione.

Ovviamente al momento non ci sono piattaforme di riferimento, non essendoci in realtà neanche un gioco vero e proprio, ma se il progetto andasse in porto si è parlato di mobile gaming, ma anche Switch e Stadia.

Insomma, dovremo per forza di cose attendere altre notizie, ma già il fatto che tre menti come quelle di Suda, Swery e Toyama abbiano intenzione di fare un videogioco insieme è sufficiente per farci esultare.

Voi che ne pensate?

(Fonte: PC Gamer)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.