PlayStation 4 sembrerebbe ancora più vicina al cosiddetto “jailbreak”.

Il gruppo di hacker Fail0verflow avrebbe infatti installato una versione di Linux sulla console di casa Sony e sarebbe perfino riuscita a far girare una versione dei Pokemon su di essa.

È ovvio che si tratti di un grande passo (anche se non certo quello definitivo) per ottenere del software homebrew sulla console. PlayStation 4 ha infatti un’architettura molto simile a quella di un PC ed adesso siamo più vicini a vederla operare come un desktop PC vero e proprio.

L’emulatore del Game Boy è particolarmente interessante, visto che Fail0verflow ha connesso un Game Boy Advance a PS4 per fungere da controller. Come riportano i ragazzi di VentureBeat, non è certo il modo migliore per giocare ai vecchi giochi per console portatile, ma mostra come il gruppo di hacker abbia il controllo di gran parte del sistema PS4, ed ha capito molto di come la console funzioni.

Fail0verflow ha parlato delle differenze tra PS4 ed un pc dicendo che alcune siano “pazze” ed altre “fottutamente pazze”, e che Marvell Technology Group, l’azienda che ha ideato il southbridge chip di PS4 “stessero fumando roba veramente buona” quando l’hanno progettato.

Come ricorderete, Linux era già installabile su PS3, ma alla fine la possibilità di installare un altro OS fu tolta proprio dalla Sony per combattere sul nascere la pirateria, ma alla fine un gruppo di homebrewers riuscì a mantenerlo, a patto di restare fermi ad un determinato firmware. Anche in questo caso, il gruppo di hacker è riuscito a sfruttare una falla del firmware 1.76 di PS4.

Vedremo se si faranno passi avanti in questa direzione e soprattutto come Sony reagirà a riguardo, visto che il colosso giapponese ancora non ha rilasciato dichiarazioni.

(Fonte: VentureBeat )

No more articles