I film con Robert Pattinson: 5 opere che potrebbero farvi ricredere sul prossimo Batman

Dopo la notizia ufficiale con la quale si annunciava Robert Pattinson come protagonista del film The Batman di Matt Reeves, in molti hanno storto la bocca, arrivando persino a firmare petizioni online invocando un cambio di attore.

Il motivo principale consiste nel fatto che una parte della gente non consideri Pattinson un interprete in grado di calarsi nei panni di un Uomo Pipistrello credibile (sebbene ci sia sempre da tener presente la scelta di Reeves di utilizzare un Batman giovane), e molte di queste convinzioni derivano dal ruolo con cui l’attore viene ancora identificato e che non è riuscito, evidentemente, a staccarsi di dosso del tutto: il vampiro Edward Cullen di Twilight.

Ma Pattinson non è soltanto Cullen, e nel corso degli anni ha dimostrato di sapersi mettere in gioco, uscendo da produzioni mainstream, e proprio lui che è nato con Harry Potter e cresciuto con Twilight, ha prestato il suo volto per progetti indipendenti, di nicchia, ma anche opere interessanti come i suoi lavori per Cronenberg o Anton Corbijn.

Non possiamo dire se sarà o meno un Batman credibile, ma quello che possiamo fare è cercare di farvi rivalutare Robert Pattinson come attore, attraverso cinque film e cinque performance assolutamente convincenti.
Buona lettura, e buona visione!

Cosmopolis

Tra un film e l’altro della saga di Twilight, Robert Pattinson ha partecipato attivamente ad altre pellicole anche come protagonista. Ad esempio lo ricordiamo in Remember Me, il drama di Allen Coulter, o in Come l’acqua per gli elefanti di Francis Lawrence.
Non abbastanza per provare a staccarsi di dosso l’etichetta del vampiro, e così Robert Pattinson cerca la luce in un film molto scuro ma estremamente particolare, come Cosmopolis di David Cronenberg (tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore Don DeLillo). Il regista punta forte su di lui, forse anche azzardando, ma evidentemente nota in Pattinson qualcosa che fino a quel momento non molti avevano visto.

Nonostante il film abbia ricevuto giudizi contrastati da parte della critica, stupisce favorevolmente la prova di Robert Pattinson, che interpreta il giovane miliardario Eric Packer. Un’opera folle in cui l’attore mette in atto la capacità di mostrare la freddezza, le manie e le ossessioni di uomo, e nonostante si tratti di un ruolo per nulla semplice, dove il confine tra un’aurea algida e la mancanza di espressività è labile, Pattinson supera la prova.

Life

Nel 2015 Robert Pattinson viene scritturato per Life, film di Anton Corbijn in cui interpreta il fotografo Denis Stock, lavorando a fianco di Dane DeHaan che invece veste i panni di James Dean. I due attori dimostrano un’ottima alchimia, coadiuvati certamente da un maestro dei biopic come Corbijn, e viene scandagliata la personalità di Stock, con Pattinson che si presta al gioco del regista di evidenziare i vari momenti del percorso professionale del fotografo, dalla sua ambizione iniziale al fatidico incontro con Dean, che lo cambierà sensibilmente.
Pattinson prova a scrollarsi definitivamente di dosso le vesti del vampiro di Twilight, e ci riesce.

film robert pattinson

Civiltà perduta

Un cast importante per Civiltà perduta, il film d’avventura di James Gray, adattamento del libro Z la città perduta di David Grann, in cui oltre a Robert Pattinson spiccano i nomi di Charlie Hunnam, Sienna Miller e Tom Holland. Nel film emerge con forza il tema dell’ossessione e l’attore che interpreterà prossimamente Batman è bravissimo nel regalarci varie sfumature caratteriali del suo personaggio, sospeso tra razionalità e follia, tra calma e inquietudine. Un’ottima prova anche nelle vesti di spalla di un protagonista ingombrante come Charlie Hunnam.

Good Time

Tra le apparizioni più recenti di Robert Pattinson registriamo quella in Good Time, film di Benny e Josh Safdie, presentato in concorso al Festival di Cannes 2017 e distribuito nelle sale statunitensi, ma mai approdato in quelle nostrane. Ci ha pensato ovviamente Netflix a correre ai ripari, inserendolo nel catalogo italiano nel gennaio del 2018.

Good Time è un un film dal ritmo incalzante, con un Robert Pattinson che si prende indiscutibilmente la scena dando vita ad un’ottima interpretazione e a un personaggio stravagante, che agisce secondo una propria logica e ha sempre un piano ben definito in mente, ma le sue azioni sfuggono ai nostri ragionamenti, riuscendo a venir fuori dai problemi anche quando tutto sembra dato per perso. Pattinson ci riesce proprio grazie al grande studio che ha effettuato sul personaggio, che pare muoversi come una variabile impazzita ma che in realtà è machiavellico e determinato, a tratti inquietante, e che racchiude al suo interno il male assoluto, la perversione, e tutte le sfumature più subdole dell’animo umano.

C’è di tutto nella complessa personalità di Connie: il ladro, l’assassino, il pedofilo, il truffatore, e Robert Pattinson ci restituisce un personaggio abile nel circuire le persone, quantomeno quelle più deboli, col suo modo di fare che gli permette di proseguire verso i suoi obiettivi a discapito del prossimo.

film robert pattinson

High Life

Chiudiamo questa breve lista con quella che, a detta di molti, è forse l’interpretazione più matura dell’attore Robert Pattinson e probabilmente quella che ha definitivamente convinto Reeves ad assegnargli il ruolo di Batman.

High Life è un film di fantascienza piuttosto particolare, in cui Claire Denis scandaglia l’animo umano in un’opera riflessiva, lenta, quasi claustrofobica ma che lascia emergere contraddizioni antropologiche che vanno a delineare la nostra complessa natura. Qui Pattinson torreggia, si eleva, affiancando un’altrettanto straordinaria Juliette Binoche in un’opera passata colpevolmente un po’ sottotraccia.

film robert pattinson

No more articles