La “rivoluzione” di Amazon: arrivano le ZenBooth sul posto di lavoro

Nuova iniziativa di Amazon per il benessere dei propri lavoratori: sono state infatti introdotte le cabine Amazen, delle ZenBooth nelle sedi dell’azienda. L’idea delle cabine di “ristoro” non deve per forza richiamarvi l’idea di qualche pratica meditativa. Si tratta di un’idea che sembra aver preso piede negli Stati Uniti, introducendo sul luogo di lavoro un luogo dove poter stare appartati, isolati rispetto ai colleghi per potersi riposare e riflettere. Una misura nata per il benessere degli operai, attuata da una compagnia che non si è distinta in passato sotto questo aspetto.

Per Amazon l’introduzione delle ZenBooth è parte di un progetto più ampio di riqualificazione delle condizioni sul luogo di lavoro. Introdotte con le misure del 17 Maggio 2021, le cabine AmaZen hanno fatto ufficialmente il loro debutto nelle catene di smistamento dei pacchi del colosso.

amazon zenbooth

Le ZenBooth: la novità di Amazon spiegata dalla sua creatrice

“Con AmaZen volevo creare uno spazio tranquillo, in cui le persone potessero concentrarsi sul proprio benessere mentale ed emotivo”, ha detto Leila Brown, la dipendente di Amazon che ha inventato lo stand. “La ZenBooth è un chiosco interattivo in cui è possibile navigare attraverso una libreria di salute mentale e pratiche consapevoli per ricaricare la batteria interna”.

Qualsiasi cosa vogliano dire queste parole, l’idea alla base di AmaZen sembra essere abbastanza chiara. Aiutare il benessere mentale dei dipendenti delle catene di smistamento dei pacchi. Sorge quindi spontanea la domanda se sia effettivamente un buon metodo quello di rinchiudere i propri lavoratori in una parallelepipedo di due metri di altezza e uno di profondità per ristabilire la loro integrità mentale e la loro salute psicofisica.

Di fronte a questa scelta non possiamo fare altro che fermarci e chiedere un parere a voi lettori. Che cosa ne pensate di AmaZen, le ZenBooth di Amazon? Ditecelo lasciandoci un vostro commento e partecipando insieme a noi a questa discussione!

(fonte: Vice)

Se ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.