Amazon Prime Video produrrà una serie Tv tratta da Anansi Boys

Ci sono grandi notizie per i fan di Neil Gaiman, perché Amazon Prime ha annunciato la produzione di una serie Tv tratta da Anansi Boys. Pubblicato in Italia col titolo “I Ragazzi di Anansi“, può essere considerato a tutti gli effetti una sequel/spin-off di American Gods.

Il libro tratta del giovane Charlie, un ragazzo londinese timido e impacciato che scopre di essere figlio del dio africano Anansi, visto nel precedente libro di Gaiman con il nome di Mr. Nancy. Il giovane, in seguito alla morte del padre, fa la conoscenza del fratello Spider, il quale ha ereditato tutti i poteri e la natura di trickster del genitore. Inutile dire che la presenza di Spider turberà non poco la vita di Charlie, avendo effetti sia positivi sulla sua indole che devastanti sulla sua routine quotidiana.

Il romanzo si è attestato come una delle opere migliori di Gaiman e ha ottenuto un gran numero di riconoscimenti. Cosa molto curiosa fu nominato anche per un Hugo Award, cosa che l’autore di Portchester rifiutò avendo già vinto tre volte il prestigioso premio, volendo lasciare spazio a giovani emergenti.

La serie verrà scritta dallo stesso Gaiman con l’aiuto di Sir Lenny Henry, una leggenda della comicità inglese della BBC. Le riprese dello show inizieranno entro la fine del 2021.

anansi boys serie tv

Anansi Boys: le parole di Neil Gaiman e Sir Lenny Henry sulla serie TV

“Anansi Boys è un viaggio iniziato attorno al 1996, da una conversazione avuta con Lenny Henry sulla scrittura di una storia che fosse diversa e facesse parte di una cultura che entrambi amavamo”, ha detto Gaiman. “Ho scritto un romanzo, un libro (spero) gioioso e divertente su un dio morto e i suoi due figli, su uccelli, fantasmi, bestie e poliziotti, basato su racconti caraibici e africani. È stato il mio primo bestseller al primo posto della classifica del New York Times, ed è diventato un libro amato e premiato”.

“L’idea di trasformare Anansi Boys in una serie TV era nell’aria da molto tempo: ho iniziato a lavorare con Endor e Red per realizzarlo più di dieci anni fa“, ha continuato lo scrittore. “Avevamo bisogno che Amazon Prime salisse a bordo e abbracciasse la nostra visione, avevamo bisogno di un direttore principale con l’abilità e la visione di Hanelle Culpepper, avevamo bisogno della magia creativa e tecnica di Douglas Mackinnon, che ha capito come potevamo spingere fino ai limiti del possibile per girare una storia ambientata in tutto il mondo in un enorme studio fuori Edimburgo. E avevamo bisogno del resto dei fantastici talenti che nessuno conosce ancora”.

Henry ha aggiunto: “Sono stato un grande fan, e un amico che dorme sul divano, di Neil Gaiman per oltre 30 anni. Adoro far parte del team creativo degli Anansi Boys. Adoro il fatto che avremo un cast e una troupe adeguatamente diversi per raccontare questa storia gioiosa. La cosa fantastica è che l’intera produzione sta ascoltando le nostre direttive, assicurando che l’inclusione avvenenga e si veda sullo schermo”.

(fonte: Deadline)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.