Apple compra Disney: fantascienza? Non più. L’emergenza Coronavirus ha cambiato le carte in tavola e Disney è in difficoltà

Apple che compra Disney sarebbe stato uno scenario da fantascienza fino a poco tempo fa, ma l’emergenza Coronavirus ha cambiato le carte in tavola, creando situazioni in diversi aspetti delle nostre vite, che nessuno credeva possibili.

L’impatto che l’epidemia ha avuto sull’industria dell’intrattenimento è infatti stato enorme, e proprio Disney è stata una delle aziende più colpite, non soltanto perché ormai detiene i diritti di un numero di franchise impressionante, ma anche perché per via delle varie restrizioni, sono stati chiusi in gran parte del mondo, i cinema e i parchi di divertimento.

Quindi non solo Disney si è vista sospendere la produzione di tutti gli show in lavorazione e rinviare i film in programma in questo periodo, ma ha dovuto far fronte anche alla chiusura di colossi come Disneyland e Walt Disney World. Stando a quanto riportato, questo scenario le ha fatto perdere 85 miliardi di dollari, circa un terzo del suo capitale, e le sue azioni sono colate a picco, e costano ora meno di 100 dollari.

apple compra disney

In questa situazione, un altro colosso come ad esempio Apple, potrebbe decidere di approfittarne, dato che al contrario, le sue azioni sono aumentate di circa il 12% (278 dollari circa). Lo avrebbe confermato anche l’analista Bernie McTernan, dicendo che il colosso di Cupertino avrebbe tutti i mezzi per trarre vantaggio da questa situazione.

Disney infatti difficilmente sarà in condizioni più difficili di queste, ed Apple potrebbe imparare qualcosina dalla neonata piattaforma Disney+, che è già un successo al contrario della sua AppleTV+, che fatica a guadagnarsi la sua fetta di mercato, e una partnership in questo senso potrebbe trainarla e farle riguadagnare consensi.

È una situazione strana, in ogni caso. Fino a poco tempo fa Disney sembrava padrona del mondo, pronta a lanciare Disney+ in tutto il mondo, pronta a lanciare la Fase 4 dell’Universo Marvel, lanciando anche parchi a tema Avengers, e adesso si ritrova a dover fronteggiare la più grossa crisi della sua storia, rischiando di venire acquisita da Apple.

Che ne pensate?

(Fonte: Screen Rant)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.