Avengers: Endgame, niente sorpasso su Avatar. Ma è davvero una cattiva notizia?

Come tutti saprete se non avete vissuto sulla Luna nelle ultime circa due settimana, Avengers: Endgame è tornato nelle sale con una nuova versione del capolavoro Marvel che include qualche piccolo extra, in quello che è parso a molti come un tentativo di superare Avatar nella classifica dei film di maggior successo di tutti i tempi.

Per la verità un piccolo sorpasso già c’era stato, nel senso che se si prende in considerazione la sola prima uscita al cinema, Avengers: Endgame è già in testa rispetto ad Avatar, che per raggiungere la cifra totale di 2,788 miliardi di dollari di incassi, ha avuto bisogno degli oltre 36 milioni di dollari extra della seconda release.

La re-release di Endgame però non ha offerto nulla di rivoluzionario rispetto alla prima uscita, se non un tributo a Stan Lee, uno sneak peek di Spider-Man: Far From Home e una scena eliminata di Hulk che peraltro è stata anche molto criticata dai fan, per cui in patria ha incassato solamente un totale di poco più di 8 milioni di dollari, non sufficienti a raggiungere la vetta della speciale classifica.

Dunque con circa 852 milioni di dollari di incassi in patria e 2,755 miliardi di dollari di guadagni totali, il cinecomic arresta al secondo posto la sua corsa, battuto a livello domestico da Star Wars: Il Risveglio della Forza e globale da Avatar, appunto.

Avengers Endgame Avatar

Ma forse potrebbe non essere un danno così grave per Disney, anzi, è probabile che per la casa di Topolino, il mancato primato di Avengers: Endgame possa essere addirittura una buona notizia.

Il fatto che Avatar, che ricordiamo, è una proprietà Disney,  sia riuscito a mantenere il primo posto, può essere positivo a livello di immagine, soprattutto visto che ci sono almeno altri tre sequel del film in arrivo.

Inoltre, la re-release di Avengers: Endgame, nei piani del colosso, poteva servire principalmente per trainare al cinema Spider-Man: Far From Home. E visto che gli incassi di quest’ultimo nel solo primo giorno d’apertura, sono stati di 39.2 milioni di dollari (un record per un Martedì), la missione probabilmente può considerarsi riuscita.

(Fonte: Forbes)

No more articles