Studio Orange è al lavoro sul nuovo arco narrativo di Beastars

La seconda stagione di Beastars è disponibile sul catalogo Netflix la scorsa settimana, ma Studio Orange si prepara al nuovo arco narrativo. La conferma arriva sia dall’account dello studio che da quello di Netflix Japan Anime, che nelle scorse ore hanno diffuso due messaggi in cui si annuncia l’arrivo del nuovo arco narrativo per l’anime ispirato ai fumetti di Paru Itagaki.

“Annunzio dei progetti: il nuovo arco narrativo di Beastars è confermato! Grazie a tutti voi per il supporto che avete dato al nostro show! Studio Orange continuerà ad animare la serie!”

beastars terza stagione

Il nuovo arco narrativo di Beastars: animali antropomorfi e critica sociale

Il manga di Beastars debuttò nel 2016 sulle pagine di Weekly Shōnen Champion edito da Akita Shoten. La storia narrata nell’opera di Paru Itagaki, ha come protagonista un lupo, Legoshi, che vive all’interno di una società molto simile alla nostra e suddivisa in due grandi classi sociali: creature erbivore e creature carnivore.

Studente e membro del club di teatro, Legoshi viene descritto come un personaggio particolarmente timido, riservato, costretto nel corso della storia a combattere con i suoi stessi istinti animaleschi, che rischiano di rovinare per sempre il rapporto che lo lega alla coniglietta Haru e al responsabile del club di teatro, il cervo Louis. La situazione peggiorerà ulteriormente quando sarà introdotta la variabile “amore” tra Legoshi e Haru, un amore apparentemente impossibile vista la natura predatore-preda dei due personaggi.

Il manga di Beastars ha vinto numerosi premi ed è composto in tutto da 22 tankōbon. In patria, la pubblicazione della serie ha già raggiunto la fine; per quanto concerne il mercato italiano, l’opera è edita da Panini Comics e, lo scorso 17 Giugno, è stato pubblicato il 19° volume.

Se l’articolo ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.