Birds of Prey si mostra nel suo primo trailer

Nella giornata di oggi Warner Bros ha diffuso il primo trailer di Birds of Prey, pellicola dedicata al supergruppo femminile della DC Comics.

Le protagoniste di Birds of Prey saranno Harley Quinn, Black Canary e Cacciatrice che hanno come scopo quello di sconfiggere Black Mask (Ewan McGregor); all’interno del cast saranno presenti Margot Robbie, Jurnee Smollette, Mary Elizabeth Winstead, Rosie Perez e Chris Messina. La regia del film è affidata a Cathy Yan e il debutto del film nelle sale americane è previsto per il 7 Febbraio del 2020.

Di seguito ecco il trailer, diffuso tramite i canali social della casa di produzione.

In Birds of Prey vedremo Harley Quinn separarsi dal Joker per poi unirsi al gruppo di Black Canary, Huntress e Renee Montoya per salvare una ragazza rapita dal boss del crimine Black Mask.

Prima ancora della sua messa in onda il film pare abbia fatto grandemente parlare di sé. Inizialmente i primi screening test non avevano convinto la Warner. Pare infatti che la produzione non avesse gradito particolarmente le proiezioni di prova, chiedendo alla regista e alla sua troupe delle riprese in più per aggiustare il tiro.

Se infatti tutti si dicevano convinti della performance di Ewan McGregor, che sarà Black Mask e doveva inizialmente diventare un personaggio nevralgico nel DC Universe, lo stesso non si è potuto dire del taglio che la regista ha dato alla pellicola. Per qualche settimana sono circolate o voci secondo cui la casa di produzione aveva ordinato nuove riprese e quindi rimandato il film all’estate dello stesso anno.

Pare abbiano ora trovato una smentita tali rumors, con la pellicola che si prepara quindi a vedere le sale cinematografiche nei tempi previsti inizialmente.

Che cosa ne pensate voi lettori del trailer? Ditecelo con un commento!

 

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.