Chris Evans è ormai vicino all’addio del ruolo di Captain America, personaggio simbolo della Marvel che gli ha dato fama e lustro. Il contratto firmato con i Marvel Studios è vicino alla scadenza e si concluderà dopo Avengers: Infinity War e del suo sequel il prossimo maggio.

Nelle parole rilasciate a USA Today, l’interprete rilascia alcuni commenti velati di malinconia. “Mentirei se vi dicessi che non sarebbe difficile da superare” ha commentato Evans. “Ma lo scorrere del tempo e il passaggio del testimone fanno parte del gioco. Niente dura per sempre. C’è una certa bellezza nell’addio, anche se può essere triste. Da un lato può essere motivo di gioia“.

Ha poi aggiunto: “Mi sono divertito tanto. I supereroi poi possono essere rivisitati, come Batman o James Bond. Questi film trovano sempre nuovi modi di raccontare una storia, ed è giusto. In qualunque modo [i Marvel Studios] vogliano procedere dopo Avengers 4, dipende da loro. Io sono felicissimo di come è andata e me ne andrò senza rimpianti”.

Ha anche accennato al lavoro di miglioramento fisico a cui si è sottoposto per interpretare il ruolo: “Quando ti avvicini ai 36, sollevare pesi diventa un po’ più difficile. Non è impossibile, ma stanca di più. [Nel post-Captain America] voglio diventare grasso. Patatine e gelato prima di andare a dormire. Immagino che gli altri poi capiranno il motivo.

Infine, un pensiero al collega Robert Downey Jr, anche lui prossimo all’addio: [Robert] Downey [Jr.] è ancora più vicino a raggiungere il traguardo. E non ho la minima idea di come si faccia a sostituire il suo Tony Stark. Non so chi potrebbe mai avvicinarsi a quel ruolo.

(fonte: USA Today.com)

No more articles