Niente Comic-Con 2021 per le divisioni cinematografiche di Marvel e DC Comics

Marvel Studios e DC Films non saranno parte del Comic-Con 2021. L’annuncio è arrivato nelle scorse ore, stabilendo uno strano precedente per l’amatissima convention di San Diego. Da sempre, infatti, il Comic-Con è stata una delle vetrine più importanti per la presentazione di nuovi cinecomic, un momento eccellente per poter far risaltare i piani futuri delle due principali major del fumetto supereroistico.

La loro assenza, in effetti, colpisce profondamente. La motivazione potrebbe risiedere dietro alla formula scelta per il San Diego Comic-Con del 2021 che, come avvenuto lo scorso anno, sarà una convention completamente online. Questo, come logico, è necessario per poter venire incontro alle misure contro il Covid-19, in modo da prevenire un ulteriore contagio in questa delicata fase della campagna vaccinale.

comic-con 2021 marvel DC

Marvel e DC disertano il Comic-Con 2021: nuove vetrine all’orizzonte?

Accantonata la possibilità di mostrare qualche novità al Comic-Con 2021, c’è da chiedersi quando le due case di produzione sveleranno i propri progetti futuri. La risposta in realtà appare essere molto semplice.

Una vetrina potrebbe essere quella del Disney Investor Day a fine anno, durante il quale vedremo facilmente qualche novità riguardante il futuro del Marvel Cinematic Universe. Mentre, per quanto concerne la DC, dobbiamo aspettarci consistenti novità per il DC Fandome che si terrà nella notte tra il 16 e il 17 Ottobre 2021.

Insomma, le occasioni per gustarci qualche novità a tema cinecomic non mancheranno di certo in futuro.

Non resta che attendere per scoprire maggiori novità al riguardo. Sarà ovviamente nostra cura riportarvi tutto, come sempre. Nel mentre, come di consueato, lasciamo a voi la parola. Cosa pensate dell’assenza di Marvel e DC dal Comic-Con 2021? Lasciateci un commento!

(fonte: ScreenRant)

Se questo articolo ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.