De Vito entra nel cast di Haunted Mansion

Dopo l’ingresso nel cast di Owen Wilson, un altro importante nome di Hollywood si è unito al cast di Haunted Mansion: si tratta di Danny De Vito. Uno dei nomi più noti e poliedrici del cinema a stelle strisce, l’attore di origini italo-americane si unisce ad altri volti noti del settore, come LaKeith Stanfield, Tiffany Haddish, e Rosario Dawson.

Mentre vi scriviamo sono pochissimi i particolari noti riguardante questo film. Katie Dippold dovrebbe sceneggiare la pellicola che, secondo le prime voci, tratterà di una madre e un figlio che entreranno in possesso di una casa abitata da numerose entità paranormali. Che sia questo il ruolo che spetterà a De Vito?

Ancora nessuna notizia in merito al regista, anche se alcune voci mai confermate volevano Guillermo Del Toro alla guida del progetto.

de vito haunted mansion 00

De Vito in Haunted Mansion: un nuovo tassello per il prossimo universo narrativo Disney

In passato la Casa stregata di Disneyland era già stata trasposta al cinema, in una pellicola con protagonista Eddie Murphy. Il remake che vedrà Wilson tra i protagonista dovrebbe rimanere sulla falsariga del film del 2003, mostrandoci una famiglia che si trasferisce in una nuova casa, che si scoprirà essere infestata.

L’attrazione Haunted Mansion è la classica casa stregata di molti parchi a tema, solo “migliorata” dalla vasta gamma di effetti speciali, pupazzi animatronici e tecnologie che, anno dopo anno, hanno permesso di rendere sempre più immersiva e realistica questa esperienza.

Da tempo si fa un gran parlare della creazione di una serie di film dedicati ai parchi a tema della Disney. Tra questi ci sono alcuni progetti già noti, come Tower of Terror. La pellicola dovrebbe vedere Scarlett Johansson come protagonista, tornata in sella dopo la fine delle controversione con Disney per il compenso di Black Widow.

(fonte: ScreenRant)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.