Crolla l’accordo tra Sony e Marvel Studios: Spider-Man dirà addio al Marvel Cinematic Universe?

Pessime notizie giungono dalla serata di ieri: Sony Pictures e Marvel Studios sarebbero in rotta, mettendo a rischio i film di Spider-Man.

Una notizia che potrebbe avere ripercussioni enormi sul futuro del Marvel Cinematic Universe, che vedevano Spider-Man come uno dei principali personaggi del franchise. La rottura si sarebbe consumata nei mesi scorsi, ma avrebbe radici profonde. I Marvel Studios in passato avevano manifestato una certa difficoltà a collaborare con Sony Pictures (ricorderete le dichiarazioni di Amy Pascal, prontamente smentite, sulla canonicità di Venom nel MCU).

La questione si è quindi spostata su una faccenda meramente finanziaria. Il desiderio della Disney era quello di dividere equamente la produzione dei futuri film con Tom Holland protagonista. Il 50% dei film di Spider-Man sarebbero stati prodotti da Sony e l’altro 50% dai Marvel Studios. La cosa non è ovviamente piaciuta a Sony Pictures.

Sony Marvel Studios Spider-Man

Nelle scorse ore era circolata la notizia che la responsabilità di questo divorzio fosse da attribuire alla presenza di Kevin Feige nelle future produzioni di Spidey. Disney avrebbe infatti tolto Feige dalla produzione dei prossimi film, essendo il produttore troppo impegnato per seguire anche i progetti esterni di Spidey.

“Gran parte delle notizie emerse oggi su Spider-Man conteneva informazioni sbagliate sulle recenti discussioni riguardanti il coinvolgimento di Kevin Feige nel franchise. Siamo delusi, ma rispettiamo la decisione della Disney di non farlo continuare come produttore principale del nostro prossimo film”, ha detto un portavoce di Sony.

“Speriamo che questo possa cambiare in futuro, ma comprendiamo che le molte nuove responsabilità che la Disney gli ha dato – comprese tutte le loro proprietà Marvel appena aggiunte – non gli permettono di lavorare su IP che non possiedono. Kevin è eccezionale e siamo grati per il suo aiuto e la sua guida e apprezziamo il percorso che ci ha aiutato a percorrere, che continueremo ”.

Spider-Man no more?

Il successivo punto su cui si concentrerà la vicenda sarà la produzione dei film dedicati all’Arrampicamuri. L’attore che interpreta Spidey, il giovane Tom Holland, è infatti al momento attuale sotto contratto per altri due film. Insieme a lui dovrebbe esserci anche Jon Watts, ma gli accordi con il regista sarebbero stati solo a livello verbale ed esclusivamente con la Disney. Questo mette in serio rischio la sua presenza nelle pellicola future.

A questo punto, se anche dovessero esserci nuove produzioni legate a Spider-Man, una sola cosa è certa: esse non faranno parte del MCU.

Mentre vi scriviamo la notizia ha fatto montare anche una rumorosa protesta sulla rete, con tanto di hashtag #SaveSpiderMan. Inutile dire che la cosa è stata accolta in maniera negativamente unanime. Non è perciò da escludere che le parti continuino a lavorare per un accordo. Ovviamente non mancheremo di seguire la vicenda e aggiornarvi non appena sarà possibile.

Tuttavia, al momento attuale, c’è aria di divorzio tra Sony e i Marvel Studios, e a pagare saranno Spider-Man e i suoi fan.

(fonti: Deadline e UsaToday)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.