Dopo i tanti rumor e il comunicato stampa da parte di EA, FIFA ha rotto il silenzio sulla sempre più probabile rottura dell’accordo con EA Sports

Alla fine il caso è scoppiato per davvero, con la prima dichiarazione ufficiale da parte di FIFA con tanto di bordata nei confronti di EA. Parliamo ovviamente del sempre più probabile cambio di nome del gioco di calcio di EA Sports, e dopo le intenzioni del colosso canadese rivelate online nei giorni scorsi, ossia una riflessione sul continuare o meno il rapporto con la FIFA visti i costi troppo onerosi, è arrivata anche la reazione della FIFA stessa.

Il comunicato della FIFA sul cambio nome per il gioco di calcio di EA

“Fifa è fiduciosa e ottimista sul suo futuro a lungo termine nel gaming e negli eSports […] Il Futuro del gaming e degli eSports, per gli investitori del mondo del calcio, devono essere più di una sola parte che controlla e sfrutta tutti i diritti. Diverse aziende stanno in questo momento sfidandosi per essere associate alla FIFA, alle sue piattaforme e ai suoi tornei globali”.

La FIFA dunque per la prima volta, non solo risponde per le rime a EA, ma lascia anche intendere che potrebbe decidere di concedere la sua licenza ad altri sviluppatori, soprattutto se la rottura con la software house fosse irreparabile, come ormai sembra. Ciliegina sulla torta infatti, nell’intero comunicato della FIFA non viene neanche mai citato FIFA 22, l’ultima incarnazione del gioco di calcio EA.

fifa cambio nome

Insomma, rottura sempre più probabile tra EA e FIFA, con quest’ultima che inizia a guardarsi intorno per concedere la propria licenzia a qualche altro sviluppatore, e il publisher che si dovrebbe liberare degli onerosissimi costi per la licenza FIFA già a partire dalla prossima edizione del gioco. Che ne pensate della situazione?

(Fonte: VGC)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.