Anche le copie fisiche di Final Fantasy VII Remake sono a rischio ritardo: facciamo il punto della situazione

Come saprete, per via dell’emergenza legata al coronavirus, alcuni rivenditori anche importanti, tra cui Amazon, hanno deciso di dare priorità agli ordini di prima necessità, e di non rifornirsi più, per il momento, di tutti gli altri beni, tra cui ovviamente figurano anche i videogiochi: ieri vi abbiamo raccontato di come le copie di Resident Evil 3 rischino di arrivare in ritardo, ed oggi una comunicazione simile avviene anche da parte di Square Enix, che conferma la data d’uscita di Final Fantasy VII Remake, ma che avverte di un possibile ritardo nelle consegne.

Ritardo che naturalmente non dipende dalla software house stessa che, anzi, ci tiene a ribadire che la data d’uscita del gioco resta quella fissata in precedenza, ossia il 10 Aprile:

“Mentre ci prepariamo alla release di Final Fantasy VII Remake il 10 Aprile, volevamo aggiornarvi su come le misure preventive prese per evitare la diffusione del COVID-19, potrebbero colpire la distribuzione nelle regioni occidentali al lancio.

Come saprete, molti paesi stanno limitando l’ingresso o stanno chiudendo i loro confini nazionali e statali, e imponendo restrizioni nella distribuzione e consegna di beni non essenziali. Comprensibilmente queste restrizioni sono implementate affinché i prodotti essenziali possano raggiungere la loro destinazione il più velocemente possibile.

Questo non significa che le copie di Final Fantasy VII Remake non saranno spedite, ma solo che non possiamo controllare la data in cui il gioco potrebbe arrivarvi.”

final fantasy vii remake ritardo

Continua il comunicato di Square, ribadendo che la priorità è stata data agli ordini effettuati sullo store proprietario:

“Stiamo facendo accordi per assicurarci che i pre-ordini dallo Square Enix Store vi arrivino entro il 10 Aprile. Lavoriamo duramente per assicurare a quanti più di voi è possibile, di poter giocare il gioco il 10 Aprile, e vi aggiorneremo quando avevo più informazioni”.

Insomma, esattamente come nel caso di Resident Evil 3, non cambia la data d’uscita, ma non è possibile garantire l’arrivo di tutte le copie fisiche entro il 10 Aprile.

 

No more articles