Dopo aver incassato recensioni contrastanti Star Wars: gli Ultimi Jedi è stato consegnato agli archivi. Sulla pellicola di Ryan Johnson sono stati gettati fiumi d’inchiostro e adesso anche J.J. Abrams, regista di Episodio VII e del prossimo Episodio IX, interviene sulla questione. Nello specifico si è concentrato su chi ha reagito negativamente ai personaggi di Rose e dell’Ammiraglio Holdo.

Star Wars è una grande galassia e si può trovare quasi tutto ciò che si desidera al suo interno“, ha affermato Abrams. “Se uno si sente minacciato dalle donne e ha la necessità di scagliarsi contro di loro, probabilmente può trovare il proprio nemico in Star Wars. Probabilmente, guardando il primo film di George [Lucas ndr] potrebbe sostenere che Leia fosse troppo esplicita, o troppo forte. Chi vuole trovare un problema in qualsiasi cosa può trovare un problema. Internet sembra fatto apposta per questo

A tal proposito l’intervistatore ha chiesto se la sua posizione sia destinata a cambiare dopo le polemiche che hanno coinvolto la pellicola. “Alla fine no. Ci sono molte cose che vorrei dire, ma penso sia presto per parlare di Episodio IX. Sarà la storia di Rey,  Poe, Finn e Kylo Ren – e se guardi bene, ci sono tre uomini e una donna, per quelli che lamentano ci siano troppe donne in Star Wars – una storia che continuerà in un modo che non potrebbe entusiasmarmi più di così e che non vedo l’ora che la gente possa vedere”.

Un’ultimissima dichiarazione è stata fatta sulle ciritiche più generali arrivata dal fandom. “Penso che tutti abbiano diritto al loro punto di vista”, ha detto Abrams. “Certo, qualcosa che ho capito sin dall’inizio del mondo di Star Wars è che possiede una fanbase incredibilmente appassionata e rumorosa, e avranno tutti un sacco di opinioni specifiche.”

(fonte: ComicBook.com)

No more articles