In attesa di vederli in Infinity War James Gunn ha avuto modo di paralare ancora dei Guardiani della Galassia. Il regista ha rilasciato importanti dichiarazioni, tramite Twitter, sul team e sull’uscita del film.

Dopo aver confermato di essere già al lavoro sulla sceneggiatura del terzo film della serie ha rivelato di prevedere l’uscita del film per il 2020.


Nelle conversazioni su Twitter ha ovviamente tenuto banco anche la recente acquisizione di FOX da parte della Disney. Uno dei follower ha chiesto a Gunn se, avendo a disposizion dal principio X-Men e Fantastici Quattro, avrebbe comunque lavorato sui Guardiani della Galassia. “Difficile dirlo. Sono stati scelti i Guardiani perché Kevin (Feige) adora Star Wars e i film Sci-Fi. Tuttavia se questo scenario si fosse presentato prima i film in sviluppo avrebbero potuto essere molti di più. E Guardiani della Galassia avrebbe potuto non vedere mai la luce”.

Un ulteriore scambio è arrivato proprio su due personaggi storici di X-Men e Fantastici Quattro, recentemente entrati a far parte del team dei Guardiani sui fumetti. Si tratta, rispettivamente, di Kitty Pride e Ben Grimm, la Cosa. Un fan ha chiesto al regista e sceneggiatore se fosse sua intenzione sfruttarli per il prossimo film. Tuttavia Gunn ha espresso un parere negativo al riguardo. “Per ora non trovo interessante includere questi personaggi al team. Sono un fan dei lavori di Abnett/Lanning piuttosto che dei fumetti usciti dopo i film o la mia sceneggiatura”

Infine una rassicurazione per chi teme che Yondu possa tornare in vita. “La sua morte deve significare qualcosa” ha detto Gunn, mostrandosi categorico al riguardo. “Non verrà resuscitato finché ci sarò io“.

No more articles