Jason Blum dirigerà un film sul caso GameStop per HBO

La strana storia dell’impennata delle azioni di GameStop grazie all’intervento degli utenti Reddit di WallStreetBets diventerà un film per HBO.

Come ricorderete si è fatto molto parlare di quanto accaduto nelle scorse settimane sulla speculazione di questo gruppo di piccoli investitori nell’acquisto delle azioni della nota catena dedicata al mondo videoludico. Se volete approfondire maggiormente tutti i retroscena al riguardo vi rimandiamo al seguente link.

Per farla breve la situazione nata tra la catena GameStop e il gruppo Reddit è stata uno dei fenomeni più interessanti di fine Gennaio. Il rivenditore in crisi ha visto un enorme aumento del valore delle proprie azioni dopo che il gruppo Reddit WallStreetBets ha intenzionalmente gonfiato i prezzi con una serie di acquisti mirati. Il movimento è stato celebrato da molti come un giusto attacco dal basso ai grandi fondi di investimento e ai broker di Wall Steet. Non sono tuttavia mancate condanne verso WallStreetBets, reo secondo alcuni esperti del settore di aver creato un precedente pericoloso.

L’intera vicenda ha ovviamente stuzzicato non poco la fantasia degli sceneggiatori di Hollywood. Sono diverse le produzioni che hanno visto in questa storia il potenziale per un racconto sul grande e piccolo schermo. A queste si aggiunge ora anche HBO.

Da quanto è emerso il progetto sarà diretto da Jason Blum di Blumhouse Productions e Andrew Ross Sorkin, già co-creatore della serie Billions. Il ruolo di produttore esecutivo spetterà all’ex presidente della HBO Films, Len Amato. Ancora nessuna informazione è emersa per quanto riguarda il cast e gli sceneggiatori. Sarà ovviamente nostra cura informarvi non appena emergeranno maggiori novità al riguardo.

Nel mentre, come al solito, la parola spetta a voi lettori! Che cosa ne pensate del progetto di HBO di un film sull’impennata delle azioni di GameStop? Ditecelo con un commento!

(fonte: ScreenRant)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.