Ecco Hell is Others, simulatore di vita in pixel art che nel 2021 entrerà in Early Access su Steam

Lo studio italiano Yonder, già apprezzato per Red Rope e Circle of Sumo, torna alla ribalta con Hell is Others, sviluppato in collaborazione con un altro team italiano, Strelka Games. Il titolo si presenta come un simulatore di vita in pixel art, con una forte impronta filosofica. Del resto, già con il semplice nome Hell is Others richiama la filosofia di Jean-Paul Sartre.

Ecco brevemente il concept del gioco presentato su Steam: “Hell is Others ti invita a lasciare le tue mura domestiche per rischiare tutto in Century City, la città degli incubi, dove l’economia si regge sul sangue e i proiettili crescono ai bordi delle strade. Esplora la città alla ricerca di oggetti utili, caccia e sopravvivi”.

 


Un concept quindi tetro e profondo, che richiama in un certo senso quello già visto in Red Rope. Prima di mettere le mani sul titolo di Yonder e Strelka Games, occorre però precisare che il gioco arriverà in Accesso Anticipato o Early Access sullo store di Steam nel corso del 2021. Secondo il messaggio rilasciato dagli sviluppatori, i team sono al lavoro per apportare le modifiche dopo i feedback ricevuti nella fase di sviluppo, che per quanto entusiasti richiedono diversi cambiamenti. In generale il gioco si presenta come un’esperienza profonda, che rimanda a Hotline Miami per la visuale top-down, in cui è prevista una modalità di gioco PvP e una cooperativa, entrambe online.

hell is others

Non resta quindi che attendere i prossimi mesi per potere avere prova concreta di Hell is Others, e capire quanto sarà estenuante ma appassionante la lotta contro gli Altri. Nel caso foste interessati o interessate, vi lasciamo i link alla pagina del gioco su Steam e ai siti ufficiali di Yonder e Strelka Games per avere sempre a disposizione le ultime comunicazioni. 

Deputy Editor, o direttigre se preferite, assieme a Luca Marinelli Brambilla. Scrivo su Stay Nerd dal 2017, per cui prendere parte delle redini è un’enorme responsabilità, perché Stay Nerd è un portale che punta a stimolare riflessioni e analisi trasversali sulla cultura pop a 360° tramite un’offerta editoriale più lenta e ragionata, svincolata dalle dure regole dell’internet che penalizzano la qualità. Il mio pane quotidiano sono i videogiochi, soprattutto di stampo storico. Probabilmente lo sapete già se ascoltate il nostro podcast Gaming Wildlife!