Il regista del remake di Hellraiser, David Goyer, conferma l’inizio delle riprese dichiarando che il film “sarà terrificante”

Sono ufficialmente iniziate – anzi, sono già in pieno svolgimento – le riprese del remake di Hellraiser diretto da David S. Goyer. A divulgare la notizia è lo stesso regista nel corso di una recente intervista con Collider, durante la quale si è lasciato andare anche a qualche commento su quanto prodotto finora.

Stando a quanto ha dichiarato, i fan del franchise nato dalla mente di Clive Baker possono aspettarsi qualcosa di molto fedele all’originale e, soprattutto, terrificante (in senso buono…). Goyer ha infatti spiegato che il team creativo ha scelto di ritornare alle origini, riprendendo in mano il romanzo Schiavi dell’Inferno scritto dallo stesso Baker che diresse il primo Hellraiser.

“Posso dire che la ricerca del materiale da utilizzare come fonte, ci ha fatto tornare fino al romanzo originale e siamo intenzionati a rendere onore al lavoro svolto da Clive. Aggiungo anche che David Bruckner è un genio e che stiamo girando in questo stesso momento. Il lavoro svolto finora è terrificante e straordinario e i Cenobiti lasciano senza parole.”

hellraiser remake riprese

Quest’ultima frase ha sicuramente catturato l’attenzione dei fan di vecchia data. Se si pensa al franchise di Hellraiser, tra le prime cose che saltano alla mente troviamo proprio il design, i costumi e le descrizioni dei demoni creati da Baker. Parliamo di qualcosa di così unico e “particolare” (per non dire shockante e terrificante per i meno affini alle opere horror), da esser conosciuto anche da chi non ha mai visto i film o letto il romanzo.

Una cosa è certa: fare un remake di un classico del cinema dell’orrore di questo calibro, è una vera e propria scommessa e solo il tempo potrà dire se sarà vinta o persa. In attesa di vedere le prime immagini del remake di Hellraiser, vi ricordiamo che l’uscita è prevista per il 2022.

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.