Le nuove abilità di Aloy in Horizon: Forbidden West spiegate da Guerrilla Games

A meno di quattro mesi dal lancio di Horizon: Forbidden West, Guerrilla Games è tornata a parlare del gioco: il focus, questa volta, sono le abilità che Aloy sfrutterà nel corso dell’avventura. A parlare è stata Bo de Vries, capo community della software house che, all’interno di un lungo articolo condiviso su PlayStation Blog, ha spiegato cosa sarà in grado di fare la protagonista del gioco.

Per farlo, tuttavia, de Vries ha dovuto fare alcuni spoiler sulla trama e sul gioco in generale. A nostra volta raccomandiamo ai lettori di non proseguire oltre nel caso non gradiscano anticipazioni al riguardo.

Padroneggiare le nuove abilità di Aloy: un’altra via per esplorare Horizon Forbidden West

Per iniziare la nuova avventura Guerrilla ha deciso di partire da dove si era concluso il precedente capitolo.

“Sulla base di Horizon Zero Dawn, abbiamo aggiunto una serie di nuovi modi per muoversi nel mondo. Aloy potrà arrampicarsi liberamente e muoversi attraverso enormi sezioni di terreno roccioso. Ancora più tipi di macchine possono essere utilizzati come trasporto. I punti di presa possono essere trovati in tutto l’ambiente, cosa che consentirà un agile attraversamento verticale. Nuotare sott’acqua ha aperto un nuovo aspetto dell’esplorazione e planare con lo Shieldwing offre la visione definitiva del meraviglioso mondo di Horizon Forbidden West, per non parlare di una rapida discesa da grandi altezze!”

Horizon Forbidden West abilità

“Abbiamo deciso, in fase di progettazione, di dare vita a una crescente interattività con il mondo di gioco. Questo consente di manipolare e distruggere il proprio ambiente con uno strumento come il Pullcaster o lanciarsi in planata con lo Shieldwing per prepararti a un attacco dall’alto. Ciò che ci entusiasma di più è il modo in cui i mostri meccanici, vecchi e nuovi, interagiscono sinergicamente tra loro per fornire approcci vari e dinamici a qualsiasi scenario”.

Pullcaster e Shieldwing

“Il Pullcaster è un dispositivo meccanico da polso con due funzioni. La prima è una meccanica di presa, che consente al giocatore di salire rapidamente e facilmente nell’ambiente e fornisce un’opzione dinamica di attraversamento/fuga al giocatore. […] La seconda funzione è un argano, il che significa che il giocatore può manipolare, spostare e distruggere dinamicamente gli oggetti negli ambienti”.

“Lo Shieldwing è sempre stato uno dei preferiti della squadra. Fornisce non solo il modo più esilarante per tornare da una scalata epica, ma anche il più pittoresco! Questo strumento ha un valore inestimabile […]”.

Nuovi attacchi

“Volevamo avvicinare la qualità del combattimento corpo a corpo e quello a distanza. Aloy non è un personaggio propenso all’uso della forza bruta, quindi stavamo cercando modi per far andare scegliere al giocatore di usare il corpo a corpo quanto la distanza. Un nuovo esempio di abilità in questo senso è il Resonator Blast. Caricanco con la lancia dei colpi in mischia quando è completamente potenziata, l’energia può essere piazzata sui nemici (sia umani che macchine) e seguita da un proiettile con una grande esplosione!

“Poi c’è la funzione Valor Surge; sono dodici in in totale, ognuna delle quali rappresenta e rafforza un approccio specifico al gioco. Si sbloccheranno e aggiorneranno attraverso l’albero delle abilità, con dei punti. Ci sono tre livelli di ogni Valor Surge: più alto è il livello, più lunga è la carica, ma più potente è l’attacco”.

(fonte: PlayStationBlog)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.