Jojolion chiude ad Agosto: giunge la fine per l’ottava parte del manga di Hirohiko Araki

Anche l’ottava serie del manga Le Bizzarre Avventure di Jojo si avvia alla fine: Jojolion chiuderà i battenti il 19 di Agosto. Una corsa non da poco per il fumetto di Hirohiko Araki, iniziato nell’ormai lontano 2011. Ad Agosto saranno più di dieci anni di avventure, da quando il celebre mangaka ha riportato i lettori nella cittadina costiera di Morioh-Cho.

La notizia della conclusione di questa saga non può che essere accolta in maniera agrodolce dai fan. Da un lato la curiosità su cosa possa riservare il futuro ad Araki e a Jojo, che potrebbe proseguire con una nuova opera. Dall’altro c’è comunque un velo di tristezza nel dire addio al persoanggio di Josuke Higashikata.

jojolion fine manga agosto 00

Arriverà ad Agosto la fine di Jojolion: il manga che ci ha riportati a Morioh-Cho

L’ottava serie delle Bizzarre Avventure di Jojo ha mantenuto uno dei tratti essenziali del precedente manga, Steelball Run. L’intero mondo è stato infatti modificato durante gli eventi di Stone Ocean, portando quindi a una riscrittura della storia. Vecchi personaggi sono comparsi in vesti nuove e anche alcuni luoghi già conosciuti sono stati visti in un nuovo contesto.

Tra questi, all’interno di questo universo riscritto, abbiamo avuto anche Morioh-Cho, villaggio costiero nel quale abbiamo vissuto le avventure della quarta serie de Le Bizzarre Avventure di JoJo: Diamond Is Unbreakable, con protagonista la quarta incarnazione di JoJo, omonimo del protagonista di Jojolion, Josuke Higashikata.

Che Araki voglia continuare a disegnare JoJo pare abbastanza certo. C’è da chiedersi se vorrà continuare col nuovo universo che ci è stato mostrato dopo gli eventi della sesta parte. Lasciamo quindi la parola a voi! Cosa ne avete pensato di Jojolion e come vivete la fine di questo manga il prossimo Agosto? Lasciateci un commento!

(fonte: ANN)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.