L’attore Kevin Guthrie condannato a 3 anni di carcere per violenza sessuale, Warner conferma la sua assenza da Animali Fantastici 3

Lo scozzese Kevin Guthrie, attore che ha preso parte a pellicole come i due Animali Fantastici e Dunkirk, è stato condannato a tre anni di carcere per violenza sessuale.

Secondo quanto riportato da Deadline, la violenza sarebbe avvenuta nel 2017 a Glasgow, tra le mura domestiche dell’appartamento del collega di Guthrie, Scott Reid. In base alla ricostruzione dei fatti, la giovane di 29 anni si sentì poco bene e cadde lungo la strada adiacente all’abitazione dei due attori.

Accorsi per offrirle il proprio aiuto, i due l’hanno scortata all’interno del loro appartamento e secondo quanto riferito dalla vittima, mentre Reid stava avvisando i soccorsi, Guthrie si è approfittato più volte di lei. Al rientro di Reid nella stanza, l’attacco è cessato.

Nonostante le dichiarazioni di Guthrie che, a sua discolpa, ha continuato a sostenere la tesi che lo vedeva prestare semplice aiuto alla donna in difficoltà, le prove rinvenute dagli inquirenti sugli indumenti della vittima non hanno lasciato spazio a libere interpretazioni. L’attore è stato così condannato a 3 anni da scontare in carcere con l’accusa di violenza sessuale.

Warner Bros conferma l’assenza di Abernathy da Animali Fantastici 3

Visto il suo coinvolgimento nelle due pellicole appartenenti al franchise del Wizarding World di Animali Fantastici, Deadline ha raggiunto Warner Bros. per chiedere informazioni in merito a un suo possibile coinvolgimento nei, già problematici, lavori al terzo film.

La casa di produzione statunitense ha confermato che né Kevin Guthrie né il suo personaggio, Abernathy, erano previsti in Animali Fantastici 3. Al momento, tuttavia, non è chiaro, se fosse così anche per i prossimi due film che dovrebbero chiudere la serie cinematografica iniziata nel 2016 con la pellicola di David Yates.

kevin guthrie carcere
Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui