Siamo di nuovo in quel periodo in cui Hideo Kojima inizia i teaser su Twitter per il suo nuovo progetto: quanto manca al reveal?

Se ricordate il lancio di Death Stranding, fu accompagnato da una serie infinita di teaser prima e di brevi filmati apparentemente inconcludenti poi, postati da Hideo Kojima sui vari canali social, Twitter in primis. Probabilmente i tempi sono quasi del tutto maturi perché il leggendario game designer giapponese sveli finalmente il suo prossimo progetto.

Kojima ha infatti ufficialmente iniziato i teaser nei confronti proprio della sua opera futura, con un tweet molto interessante postato nelle scorse ore, interessante soprattutto perché viene dopo l’importante annuncio riguardante Kojima Productions arrivato nei giorni scorsi.

L’azienda ha infatti aperto il suo nuovo studio con base a Los Angeles, California, che si occuperà di espandere i propri franchise (anche se in questo momento sarebbe più opportuno parlare di “proprio franchise” al singolare, dato che l’unico lavoro di Kojima Productions è Death Stranding), oltre il medium videogioco, e quindi si occuperà di film, serie TV e musica.

Death Stranding è uscito nel 2019, ottenendo ottime recensioni da parte della critica e anche un buon successo di pubblico, che ha ritenuto quello di Kojima un nome su cui puntare vista la storia dell’autore, che oltre a Metal Gear Solid e Zone of the Enders, per citare i suoi due lavori più noti, ha nel curriculum anche quel Silent Hills mai completato, ma che è stato in grado di rendere un prodotto di culto anche una semplice demo come P.T. Come se non bastasse il gioco vanta un cast che comprende nomi come Norman Reedus, Mads Mikkelsen, Lea Seydoux, Guillermo del Toro e chi più ne ha più ne metta.

kojima nuovo progetto teaser

Logico dunque che le aspettative nei confronti del nuovo lavoro dello studio siano piuttosto alte, ma il fatto che ora Kojima Productions si occupi anche di cinema, televisione e musica apre a nuovi interessanti scenari.

Kojima Productions, nuovo progetto: il tweet di Kojima

“Ultimamente sto revisionando il piano e la sceneggiatura, e sperimentando con tutto il resto”.

Nel tweet Kojima dice di star rivedendo una sceneggiatura e un piano di sviluppo, ma non precisa se si tratti di un videogioco o di qualcosa di diverso. Di qualunque cosa si tratti però, sembra che coinvolga nuovamente il lavoro di attori in carne ed ossa, come si può vedere dalla foto postata dall’autore, seppur strategicamente sfocata. E chissà che tra questi non ci sia qualche volto noto, e qualche nome che ha già partecipato proprio a Death Stranding. Ricordiamo tra l’altro che oltre ai protagonisti principali già citati prima, nel gioco erano presenti anche diverse guest star in ruoli minori, tra cui un memorabile Conan O’Brien.

E visto che Yoshiko Fukuda di Kojima Productions, commentando l’apertura del nuovo studio ha detto: “la nostra nuova divisione porterà il nostro studio verso altre aree, ed espanderanno la nostra narrativa oltre il videogioco, aprendo nuovi modi per i nostri fan per comunicare e immergersi in questi spazi”, non ci sarebbe da stupirsi se il nuovo lavoro di Kojima non sia legato necessariamente soltanto all’industria videoludica. Staremo a vedere.

Due anni dopo l’uscita di Death Stranding insomma, si può dire che Kojima Productions abbia finalmente voltato pagina per dedicarsi al futuro, un futuro che sembra anche essere non troppo lontano. Il primo teaser di Kojima è arrivato, e non dovrebbe volerci molto prima di vedere qualcosa di più concreto.

Che possano essere i Game Awards un’occasione per vederne un primissimo assaggio? Voi che ne pensate?

Leggi anche:

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.