Rinnovata la serie “country” di Jeremy Clarkson: Amazon annuncia la seconda stagione de La Fattoria Clarkson, il nuovo show del presentatore di The Grand Tour

Diciamoci la verità, nonostante la fama di Jeremy Clarkson e la mole di pubblico che in genere è in grado di smuovere, soprattutto insieme agli altri due compari di The Grand Tour, James May e Richard Hammond, non tutti credevano in uno show in cui il celebre presentatore inglese si è trasformato in novello agricoltore.

La Fattoria Clarkson invece ha avuto un grandissimo successo, sia a livello di pubblico che di critica, tanto da meritarsi il rinnovo da parte di Amazon Prime Video per una seconda stagione. Lo ha annunciato lo stesso Jeremy Clarkson in un video mostrato sui social, girato da Kaleb, il suo fedele aiutante e una sorta di co-protagonista della prima stagione.

Il presentatore dunque riaprirà le porte della sua fattoria e del suo Diddly Squat Farm Shop, la fattoria comprata qualche anno fa e di cui ha iniziato a occuparsi in pianta stabile, scoprendo che il mondo dell’agricoltura è fatto di durissimo lavoro, grandi sacrifici e ben pochi guadagni, soprattutto nell’anno della pandemia.

fattoria clarkson rinnovata seconda stagione

La Fattoria Clarkson rinnovata per una seconda stagione: le parole diAmazon

“La Fattoria Clarkson è una lettera d’amore senza filtri di Jeremy al mondo dell’agricoltura. Quell’autenticità, fascino e humor, combinati con i fantastici personaggi della fattoria, è ciò che anno reso questa serie un successo straordinario di pubblico” ha detto Dan Grabiner, di Amazon Studios UK.

Per quanto riguarda una data d’uscita è ovviamente ancora troppo presto per fare previsioni. Nel frattempo però, se apprezzate l’umorismo di Clarkson e soci, siete fortunati: dal 30 Luglio su Amazon Prime Video sarà disponibile il nuovo speciale di The Grand Tour, che sarà ambientato in Scozia e chiamato Lochdown.

E voi avete apprezzato la prima stagione de La Fattoria Clarkson? Cosa vi aspettate dalla seconda stagione?

(Fonte: Deadline)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.