Stacey Snider, Presidentessa di 20th Cetury Fox, ha avuto modo di parlare del film Logan, nel corso di un Q&A tenutosi alla Recode Media Conference, svoltasi recentemente a Laguna Nigueil (California).

Secondo quanto dichiarato dalla Snider, i toni cupi utilizzati nella pellicola, preoccuparono molto i vertici del celebre studio di produzione.

“All’interno, vi era molta preoccupazione per l’intensità dei toni del film. Si tratta di un’elegia della vita e della morte. Il suo paradigma era il Western e i miei colleghi erano molto agitati. Non si tratta del solito Wolverine, dalla facile battuta con il sigaro e i basettoni, e all’interno ci si iniziava a porre domande come ‘Non sarà dannatamente noioso?’ Non è eccitante immaginare Wolverine come una persona vera, stanca, che non vuole più combattere finché una ragazzi non avrà bisogno di lui?”

Vi ricordiamo che Logan, arriverà nelle sale cinematografiche italiane il primo marzo.

(Fonte: Variety)

No more articles