Altro

    Rabbits: il primo corto dell’inquietante serie di David Lynch è online gratis

    David Lynch pubblica Rabbits gratis sul proprio canale YouTube, una serie di corti piuttosto inquietanti.

    Diciamoci la verità, non è un periodo particolarmente florido e allegro per l’umanità, che sta uscendo ora a fatica da quasi quattro mesi di una pandemia che ha messo in ginocchio la salute e l’economia: ma se il clima non fosse abbastanza pesante e inquietante, ecco arrivare gratis online il primo corto della spaventosa e bizzarra serie di David Lynch chiamata Rabbits, i cui protagonisti sono appunto degli orrendi conigli.

    Conigli che vivono in una città infestata da uno strano e pauroso mistero, e dove la pioggia la fa sempre da padrona. “Allegria!”, come direbbe il compianto Mike Bongiorno.

    lynch rabbits online gratis

    Si tratta di uno show, pubblicato originariamente nel 2002 dal regista, e che già nella sua prima versione era piuttosto disturbante, tanto che addirittura alcuni psicologi hanno utilizzato le sue immagini per indurre un senso di crisi esistenziali in alcuni pazienti oggetto di una ricerca.

    Se volete avere la vostra dose quotidiana di ansia, peraltro di un certo livello, dato che proviene dalla mente dell’autore di opere come Eraserhead, Mulholland Drive e Twin Peaks, ci sono buone notizie per voi.

    La serie, che fu rimossa dalla rete e che per un po’ di tempo è stata disponibile solo su DVD, è stata rimontata e sarà pubblicata a episodi gratis sul canale YouTube di David Lynch. Il primo episodio si chiama infatti Rabbits 1, e dura 15 minuti, mentre il montaggio originale dell’intera serie prevedeva una durata di 45 minuti, per cui prevedibilmente possiamo aspettarci qualche altra clip che completi la serie nei prossimi giorni.

    Il regista è stato peraltro piuttosto attivo durante la pandemia, ed ha pubblicato sul proprio canale una serie di video chiamata “What is David Working on Today”, oltre a una striscia quotidiana sulle… previsioni del tempo.
    (Fonte: Engadget)

    Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.