Dopo oltre trent’anni, Michael Keaton potrebbe tornare nei panni di Batman nel film su Flash

A volte ritornano: Michael Keaton dopo oltre trent’anni potrebbe tornare ad interpretare Batman in The Flash, nuovo film sul supereroe interpretato da Ezra Miller.

L’indiscrezione sta facendo il giro del mondo e vorrebbe l’attore in trattative con Warner per riprendere l’iconico ruolo già interpretato nel 1989 in Batman e nel 1992 in Batman Returns, di Tim Burton prima di lasciare il ruolo in favore di Val Kilmer nei film di Joel Schumacher.

A dirigere The Flash, che ha una data d’uscita fissata per il 3 Giugno 2022, sarà Andy Muschietti, mentre a curare lo script sarà Christina Hodson, già autrice di Birds of Prey. Non è chiaro attualmente quanta importanza abbia l’eventuale Batman di Michael Keaton in The Flash, che non è ancora entrato in produzione.

The Flash è parzialmente ispirato al fumetto del 2011 Flashpoint, che vede Barry Allen vivere in una timeline piuttosto oscura, dove Batman è più vecchio e molto più violento delle sue precedenti avventure.

michael keaton batman flash

Se l’accordo dovesse andare in porto, non dovrebbe intaccare il The Batman di Matt Reeves con Robert Pattinson, la cui premiere è ancora fissata al 1 Ottobre 2021. Nell’Universo DC avremo dunque una versione giovanile di Batman contrapposta a una più “vintage”, soprattutto per via dell’attore che potrebbe interpretarlo.

Michael Keaton si è mantenuto piuttosto attivo negli ultimi anni, e non è certo estraneo al mondo dei supereroi: oltre al Cavaliere Oscuro ha anche interpretato il fittizio Birdman, che gli è valso una nomination agli Oscar nel 2015, e lo ricorderete nei panni dell’Avvoltoio in Spider-Man: Homecoming. Nel film, se l’accordo fosse confermato, affiancherà Ezra Miller, che ha interpretato Flash già in Batman v Superman, Suicide Squad e Justice League.

Che ne pensate della notizia? Vi farebbe piacere un ritorno di Michael Keaton nel ruolo di Batman?

(Fonte: Variety)

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui