La vita è troppo breve per rimuovere in sicurezza la chiavetta USB? Microsoft corre ai ripari

Secondo i dati giunti in possesso di Microsoft sono pochi gli utenti disposti a rimuovere in sicurezza chiavette USB e dispositivi esterni di archiviazione.

Da poco meno di un anno la società fondata da Bill Gates ha illustrato perciò i suoi cambiamenti riguardanti la rimozione di tali periferiche, in seguito all’aggiornamento di Windows 10 di ottobre 2018.

Se in passato l’opzione Better performance era quella impostata di default, il nuovo aggiornamento consente ora agli utenti di scegliere anche un Quick removal. Il tutto semplicemente andando sull’opzione Gestione Disco, scegliendo di volta in volta quale sarà l’opzione preferita. Agli utenti sarà infatti possibile cambiare la policy in base al dispositivo esterno.

La differenza sostanziale sta nel modo in cui venogno gestite le operazioni di archiviazione. Con Better performance le operazioni di scrittura del disco esterno saranno poste in cache, ma sarà tuttavia necessario rimuovere in sicurezza l’hardware esterno.

Con Quick removal le operazioni saranno gestite per far sì che in qualsiasi momento sia possibile rimuovere la chiavetta, che sarà quindi possibile scollegare anche senza usare la rimozione sicura dell’hardware.

Cosa ne pensate di questa nuova politica di Microsoft? Diteci il vostro parere con un commento!

(fonte: SupportMicrosoft.com)

No more articles