Alcune tra le migliori serie TV ambientate nel Regno Unito

Le varie piattaforme di streaming sono ormai un pozzo infinito, ma questo rende paradossalmente più complesso scegliere cosa iniziare a guardare, soprattutto nel caso delle serie TV, e si rischia di perdere più tempo nella selezione che nella visione. L’ideale è quindi categorizzare, e vi veniamo incontro noi. Abbiamo raggruppato qui in una lista alcune tra le migliori serie TV ambientate nel Regno Unito (in particolar modo in Inghilterra), per far felici gli amanti della terra d’Albione.

Peaky Blinders

Non potevamo non iniziare da qui. Peaky Blinders è senza dubbio una delle migliori e più apprezzate serie TV ambientate nel Regno Unito, e le ragioni di tutto questo sono molte. Innanzitutto si tratta di uno show eccellente, curatissimo sotto ogni punto di vista, da quello tecnico a quello artistico: il comparto fotografico e la scenografia ritraggono in modo sapiente ed ammaliante l’Inghilterra e in particolare Birmingham dopo la prima guerra mondiale.
Qui la famiglia Shelby, con Thomas, comanda la gang dei “Peaky Blinders“, nome nato dall’usanza di nascondere lamette nel risvolto dei cappelli, in modo da poterli utilizzare anche come arma.
Nel cast stellare, nell’arco di 5 intense stagioni, troviamo Cillian Murphy, Tom Hardy, Helen McCrory, Sam Neil e molti altri nomi illustri.
La trovate su Netflix.

serie tv regno unito

Fleabag

Cambiamo totalmente registro, e piattaforma. Su Prime Video infatti potete trovare Fleabag, un divertente dramedy con protagonista (nonché ideatrice dello show) Phoebe Waller-Bridge.
Lei (Fleabag, appunto) è una giovane donna londinese con una vita sconclusionata e piena di problemi, dovuta ad una famiglia atipica, a molte difficoltà economiche, ad un lutto che l’ha segnata, e soprattutto alla sua instabile quanto frenetica vita sentimentale e sessuale.
Consigliatissima, anche perché si tratta di una miniserie in due stagioni.

serie tv regno unito

The Crown

Torniamo su Netflix con un colossal del piccolo schermo. The Crown è senza ombra di dubbio una delle più belle serie TV della piattaforma, e tra le migliori in assoluto tra quelle ambientate in Inghilterra e più in generale nel Regno Unito.

Lo show di Peter Morgan ripercorre tutta la storia della Regina Elisabetta II, sin dalla sua ascesa, approfondendo tanti aspetti della vita reale, in un’ottima combinazione tra narrazione storica e romanzata.

Utopia

In questa lista delle migliori serie TV ambientate nel Regno Unito inseriamo anche Utopia, show ideato da Dennis Kelly e trasmesso in prima visione su Channel 4 dal 2013.

Si tratta di un thriller cospirativo, che racconta la storia dei cinque possessori del sequel di una graphic novel, The Utopia Experiments, che contiene delle informazioni segrete su una potenziale arma di distruzione di massa. Diventano pertanto il bersaglio di una pericolosa organizzazione, The Network, che cercherà di procurarsi il manoscritto e conoscere il segreto di Utopia. La serie è ambientata a Londra.

Broadchurch

Tra le più avvincenti ed intriganti serie TV crime da vedere su Netflix c’è Broadchurch, consiglio numero uno per gli amanti del genere. È una serie TV in tre stagioni ambientata proprio nella fittizia cittadina che dà il nome allo show (posizionata nel Dorset) e nel cast spiccano i nomi illustri di David Tennant e del Premio Oscar Olivia Colman (che troverete anche in The Crown).

La prima stagione inizia con la sparizione di un bambino nella città di Broadchurch, luogo in cui tutti si conoscono, ma evidentemente non così bene come credevano. Un ritmo incalzante e tanti plotwist non vi faranno staccare gli occhi dallo schermo, e avrete soltanto voglia di andare fino in fondo per risolvere i misteri, episodio dopo episodio.

serie tv regno unito

Taboo

Il creatore di Peaky Blinders, il britannico Steven Knight, torna con una serie ambientata in Inghilterra con al comando il suo fedelissimo Tom Hardy, che qui è co-ideatore insieme al padre Chips Hardy.
Siamo nel 1814 e l’avventuriero James Keziah Delaney torna a Londra dopo aver passato molti anni in Africa. Dopo i funerali del padre, morto in strane circostanze, James eredita tutto il patrimonio e la baia di Nootka, sulla costa occidentale del Canada, un territorio la cui posizione strategica conferirebbe la possibilità di commerciare con l’oriente attraverso il Pacifico.
La serie TV è arrivata in Italia su Sky Atlantic.

Sherlock

Londra è anche la patria di Sherlock Holmes, ed è quindi qui che si svolge prettamente la serie ispirata alle vicende narrate nei racconti di Arthur Conan Doyle, e del detective nato dalla sua penna.
Questo show, di genere giallo, è creato da Steven Moffat e Mark Gatiss, ed interpretata da Benedict Cumberbatch (Sherlock Holmes) e Martin Freeman (nei panni del fido John Watson).

Quatto stagioni da tre episodi ciascuna, più un mini episodio e un episodio speciale, per una serie TV da vivere davvero intensamente e che sicuramente sa rendere felice un appassionato delle opere ambientate nel Regno Unito.

Luther

Sempre per gli amanti del crime, un’opzione più che valida tra le migliori serie TV britanniche è Luther, al momento su Netflix con tutte e cinque le stagioni che la compongono.
Il protagonista John Luther, interpretato da Idris Elba, è ispirato sia a Sherlock Holmes sia al tenente Colombo, ed infatti il creatore dello show, Neil Cross, afferma che la natura dell’intelletto di Luther e la sua applicazione alla soluzione di crimini è paragonabile a quella di Holmes, mentre l’uso del format del “detective alla rovescia” si rifà agli episodi di Colombo.

Penny Dreadful

Dirigiamoci verso atmosfere orrifiche con Penny Dreadful, show di grande successo e disponibile alla visione su Netflix, dove sono presenti le tre stagioni che la compongono.

Penny Dreadful intreccia le origini di personaggi della letteratura horror, come Frankenstein, Dorian Gray, Dr. Jekyll, il Conte Dracula, vampiri, streghe e licantropi, nella Londra vittoriana.
Gli amanti del genere hanno in buona parte amato questa serie TV, tra le più interessanti tra quelle ambientate nel Regno Unito e con un cast d’eccezione, in cui figura anche Eva Green.

Good Omens

Altra serie apprezzatissima è Good Omens, basata sul romanzo di Terry Pratchett e Neil Gaiman Good Omens: The Nice and Accurate Prophecies of Agnes Nutter, Witch (Buona Apocalisse a tutti!).
Nonostante il libro sia ambientato nel 1990, le vicende narrate nella miniserie presente su Prime Video sono ambientate nel 2019, con le forze del Paradiso e le potenze infernali che decidono di scatenare l’Apocalisse. L’evento che innescherà la fine del mondo è la venuta dell’anticristo, come è scritto nelle Belle e accurate profezie di Agnes Nutter. Il demone Crowley e l’angelo Aziraphale, rappresentanti delle rispettive fazioni sulla Terra e ormai affezionati alle usanze terrestri, si alleano per scongiurare la fine del mondo.
La serie è ambientata per lo più a Londra ed il cast è incredibile: David Tennant, Michael Sheen, John Ham, e molti altri.

Downton Abbey

Andiamo invece ora più sul “classico”, con una serie TV cult che vanta una fanbase di tutto rispetto.
Lo show è una vera perla per gli amanti del Regno Unito, ed è ambientata fra il 1912 e il 1926, durante il regno di re Giorgio V, nella tenuta fittizia di Downton Abbey nello Yorkshire.
Ha registrato un successo di pubblico incredibile, al punto che è proseguito dal 2010 per sei stagioni e di recente è stato anche realizzato un film.

The Office

Last but not least, The Office. La serie TV fu creata da Ricky Gervais e Stephen Merchant nel 2001 ed è ambientata a svolge a Slough, deprimente città satellite di Londra. Qui c’è una piccola ditta che distribuisce carta e ci lavorano David Brent, dirigente convinto di essere particolarmente simpatico e popolare, e il suo stravagante team. Una troupe documentaristica segue le loro attività dal momento in cui iniziano a diffondersi le voci di un possibile ridimensionamento dell’azienda.
Si tratta di una sit-com di grande successo, con Martin Freeman protagonista oltre a Gervais, e il suo successo ha permesso nel 2005 un remake statunitense con Steve Carrell.

No more articles