Fine riprese per Moon Knight: l’annuncio del… truccatore?

Le riprese di Moon Knight pare davvero siano giunte alla fine, almeno questo è quello che possiamo ricavare da un messaggio Instagram di un membro della troupe. Si tratta di Donald Mowat, uno dei nomi più noti tra i truccatori del settore, vincitore di Emmy e BAFTA, oltre che parte della crew in produzioni di rilievo come Blade Runner 2049 e Dune.

Il make-up artist ha condiviso nelle scorse ore una propria foto nel deserto, corredata dal messaggio. “Abbiamo finito! ‘Un brindisi e grazie mille!’ a tutto il cast e alle crew della prima e seconda unità!”. Potete vedere lo scatto qui di seguito.

moon knight fine riprese

Il piccolo considerevole problema è che il messaggio è stato poi rapidamente eliminato da Instagram. Segno che, probabilmente, non fosse ancora il momento di diffondere questo annuncio. Nonostante ciò la notizia è ormai di dominio pubblico: le riprese di Moon Knight sono terminate.

Fine riprese per Moon Knight: cosa sappiamo della serie Tv?

Moon Knight, nuova serie dei Marvel Studios che vedrà Oscar Isaac ed Ethan Hawke, rispettivamente protagonista e villain dello show.

moon knight fine riprese 00

Apparso la prima volta nel 1979 Moon Knight, vero nome Marc Spector, è forse il tentativo più riuscito della Marvel di creare un proprio “Batman”. Mercenario dotato di grandi abilità di combattimento e nell’uso delle armi bianche e da fuoco, Marc si trova a far parte di una spedizione in Egitto. In questa occasione viene tradito e lasciato morire nel deserto. Salvato da alcuni nomadi verrà portato di fronte alla statua del dio della Luna Khonshu. Qui la divinità  stringerà un patto con lui: diventare il suo guerriero personale, facendone la volontà nel mondo.

Khonshu è una divinità estremamente violenta e vendicatrice. Come apparso nella mitologia non esista a sterminare i propri nemici, cosa che appare evidente anche nelle azioni del suo araldo.

(fonte: TheDirect)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.