Aumento dei prezzi in vista per Netflix? Secondo alcuni analisti potrebbe succedere tra il breve e il medio termine

Sebbene i prezzi di Netflix siano piuttosto stabili da un po’ di tempo a questa parte, secondo gli analisti il colosso dello streaming potrebbe optare presto per un aumento delle proprie tariffe, peraltro senza subire troppe conseguenze in termini di calo di iscritti.

È quanto ha predetto ad esempio Alex Giaimo, uno degli analisti di Wall Street, secondo cui ci sarebbero già stati dei segnali che porterebbero ad un aumento probabile dei prezzi da parte del colosso dello streaming, come ad esempio un cambio di tono nella comunicazione:

“Dopo un cambio nel linguaggio per quanto riguarda i prezzi nel secondo trimestre dell’anno fiscale, crediamo che sia probabile un potenziale aumento tra il breve e il medio termine”, ha detto Giaimo, che ha poi proseguito: “Nel primo trimestre Netflix ha detto di non star neanche pensando ad aumenti di prezzi, mentre nel secondo il linguaggio era più aperto da questo punto di vista”.

Stando a quanto riportato, un aumento tra gli 1 e i 2 dollari al mese negli Stati Uniti e in Europa potrebbe generare tra i 500 milioni e un miliardo di dollari di guadagni in più nell’anno fiscale 2021, mentre lo stesso aumento nei territori EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), potrebbe fruttare circa 700 milioni di dollari.

netflix aumento prezzi

Attualmente la piattaforma prevede tre piani di abbonamento: quello base, che costa 7.99 euro al mese; quello standard, che costa 11.99 euro al mese; quello premium, che costa 15.99 euro al mese.

Il colosso dello streaming dovrebbe rivelare i propri guadagni durante il terzo trimestre dell’anno fiscale il 20 Ottobre, e i numeri dovrebbero essere positivi. L’azienda ha infatti beneficiato del periodo di lockdown guadagnando circa 26 milioni di nuovi abbonati nella prima metà dell’anno, raggiungendo un totale di 193 milioni di sottoscrizioni, e reggendo così alla grande all’arrivo di nuovi competitor agguerriti come Disney+, Apple TV+ ed HBO Max.

E voi che ne pensate di un eventuale aumento dei prezzi di Netflix? Vi farebbe cambiare idea sulla vostra sottoscrizione?

(Fonte: Deadline)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.