Netflix testa sugli utenti l’introduzione della pubblicità

Netflix, negli ultimi giorni, ha giocato un brutto scherzo ai suoi utenti introducendo la pubblicità fra un episodio di una serie ed un altro; ciò ha scatenato il malcontento fra gli amanti della piattaforma streaming i quali hanno creduto in una possibile introduzione di spot pubblicitari.

Poche ore fa è arrivata la conferma da parte di Reed Hastings che il tutto fosse solo un esperimento per vedere come la gente avrebbe reagito alla pubblicità su Netflix.

D’altronde non è la prima volta che vediamo l’azienda cimentarsi in questo genere di esperimenti, basti pensare alla gamification o all’abbonamento Ultra che ha riguardato proprio gli italiani. Tuttavia questa volta Netflix ha scatenato la furia degli utenti che hanno espresso la loro rabbia sulla rete.

Molte persone infatti avrebbero segnalato la presenza di alcuni spot pubblicitari, da vedere obbligatoriamente, fra un episodio e un altro.

Questa la posizione ufficiale di Netflix a riguardo: “Su Netflix conduciamo centinaia di test ogni anno, in modo da capire meglio cosa aiuti i nostri abbonati a trovare più facilmente qualcosa da guardare. Un paio di anni fa abbiamo introdotto le anteprime video, perché abbiamo visto che riducono sensibilmente il tempo che i nostri abbonati passano a sfogliare il catalogo e li aiuta a trovare qualcosa di bello da vedere ancora più velocemente. Da allora abbiamo sperimentato ancora di più con video basati sulle raccomandazioni personalizzate per show e film già sulla piattaforma, o che sarebbero arrivati a breve, e continuiamo a imparare dai nostri iscritti.

In questo particolare caso, abbiamo provato se le raccomandazioni tra un episodio e l’altro, aiutassero gli iscritti a scoprire storie che li attirerebbero più velocemente. È importante comunque notare che ogni membro può saltare i video in qualsiasi momento se non fossero interessati a guardarlo”.

 

Fonte: TechCrunch

 

No more articles