Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato di un utente che ha ricevuto la sua Nintendo Switch due settimane prima della data di lancio ufficiale, pubblicando anche un video dell’unboxing della console, poi rimosso.

Sembra però che la provenienza della console non fosse del tutto lecita, ed infatti Nintendo ha richiesto la restituzione della Switch “prematura” all’utente ed a chiunque altro l’avesse ricevuta in anticipo.

Stando a Nintendo infatti, sarebbe stato rubato uno stock di console dai magazzini di un non precisato rivenditore, e dunque si tratterebbe di materiale trafugato e pertanto illegale.

È plausibile però che non tutti gli acquirenti dello stock di console sapessero che si trattasse di materiale rubato, per l’appunto, così come lo stesso autore del video, che ha dunque subito acconsentito alla richiesta di Nintendo.

“Capisco perché la volessero indietro, e sembra che quella Switch possa essere stata ottenuta non nella maniera più legale possibile, prima che io la ricevessi, quindi volerla indietro è certamente nei loro diritti. Quello che posso dire è che non credo che la persona dalla quale l’ho ottenuta sapesse che fosse stata trafugata, e certamente non lo sapevo io. Ma di sicuro da qualche parte in questa catena qualcuno sapeva che queste Switchh fossero “misteriosamente scomparse”. E così appena l’ho scoperto non mi sentivo neanche a mio agio a tenerla.”

Morale della favola, l’utente, così come tutti noi, dobbiamo ancora aspettare il 3 marzo per mettere le mani sull’attesissima nuova console Nintendo.

(Fonti: Kotaku, NeoGAF)

 

No more articles