Sony registra il trademark di PlayStation 5

Piccoli passi in avanti per l’uscita di PlayStation 5. In attesa di scoprire le caratteristiche della nuova console e di una data precisa di lancio, Sony Entertaiment ha compiuto un nuovo importante step per riuscire a immettere sul mercato la Ps5, registrando il trademark del prodotto.

L’archiviazione della pratica, scoperta tramite il portale Let’s Go Digital, è stata richiesta per la giornata del 27 gennaio 2020. La domanda è stata depositata presso l’Istituto Federale Svizzero di Proprietà Intellettuale e non scadrà fino all’anno 2030. Ovviamente è probabile che Sony rinnoverà il marchio ben prima della scadenza, nel corso di questo decennio.

Anche se probabilmente non è una notizia in grado di scaldare il cuore dei videogiocatori, si tratta comunque di uno step fondamentale. A questo punto è lecito aspettarsi novità a breve, magari anche un reveal in grande stile per l’immediato futuro, nel quale potrebbero essere annunciate anche le esclusive di lancio.

playstation 5

In passato Jason Schreier di Kotaku, ha rivelato di aver saputo alcuni dei titoli di lancio di PlayStation 5, e che, per l’appunto, alcuni di essi saranno esclusive per la console next gen di casa Sony, che dunque non ha intenzione di puntare sullo stesso approccio di Microsoft alla next-gen. Ci saranno alcuni titoli cross-gen, come lo sarà presumibilmente il nuovo Assassin’s Creed insomma, ma i giochi PS5 gireranno solo su PS5.

Altre voci di corridoio vorrebbero Santa Monica al lavoro su un progetto chiamato Legendz. E sarebbe proprio quello il primo indiziato per un annuncio durante il reveal di PS5. Ma di cosa si tratta?

Le ipotesi più accreditate sono tre: la principale è che si tratti del nome in codice di God of War 2. C’è chi pensa però che possa essere anche una nuova IP, sempre da rivelare durante la serata. Infine, potrebbe essere vero anche un mix tra le due ipotesi, ossia che Santa Monica riveli sia God of War sia Legendz, qualunque cosa sia, durante la stessa serata.

(fonte: Dualschockers.com)

No more articles