L’annuncio a sorpresa del Nintendo 2DS XL ha lasciato perplessi molti fan della grande N, in virtù dell’idea che Nintendo Switch sarebbe diventata l’unica console supportata grazie alla sua natura ibrida. Reggie Fils- Aime, presidente di Nintendo of America ha però spiegato in un’intervista al Wall Street Journal come le due console abbiano un posto ben preciso all’interno del mercato:

L’esperienza di gioco è un po’ diversa. La Switch è più potente di 2D e 3DS, ma è anche più ingombrante: il DS invece è più semplice da tenere in tasca o in uno zainetto. Inoltre, per molti consumatori il prezzo è un fattore determinante per l’acquisto: se Switch costa 299 dollari, il 2DS XL costerà la metà e avere più Switch a casa può rivelarsi parecchio costoso“.

(Fonte: WSJ)

No more articles