L’atteso reboot cinematografico di Resident Evil, Welcome to Raccoon City, si mostra nel suo primo trailer: vediamo insieme il video

Il reboot cinematografico di Resident Evil, Welcome to Raccoon City, si è finalmente mostrato nel suo primo full trailer, dopo le foto pubblicate nelle scorse settimane, e ha offerto dunque ai tanti fan che lo attendono un vero e proprio primo sgurdo più approfondito al film, ai suoi personaggi, e ai riferimenti fatti al franchise videoludico, in attesa dell’uscita al cinema il 24 Novembre.

Il film racconterà infatti la storia di quello che è successo a Raccoon City, e attinge dunque a piene mani dal videogioco, come del resto indicato già in passato dal regista Johannes Roberts: “Volevo porre l’attenzione sull’horror, volevo la paura e le atmosfere piuttosto che l’azione. Credo che i fan del gioco vogliano la stessa cosa, vedere i personaggi e le location iconiche e sentire che il film fosse più in linea col mondo del gioco di Resident Evil, per cui siamo andati in quella direzione”.

resident evil raccoon city trailer

Resident Evil: Welcome to Raccoon City, il trailer del film

Questa la sinossi del film: “Una volta la città del gigante farmaceutico Umbrella Corporation, Raccoon City è adesso una morente cittadina del Midwest. L’esodo dell’azienda ha lasciato una città in rovina, con del male che cresce sotto la superficie. Una volta che quel male si scatena, i cittadini sono cambiati… per sempre, e un piccolo gruppo di sopravvissuti deve collaborare per scoprire la verità dietro Umbrella e sopravvivere alla notte”.

Come detto, Resident Evil: Welcome to Raccoon City, uscirà al cinema il 24 Novembre. Il film è stato scritto e diretto da Johannes Roberts, e vedrà Kaya Scodelario nei panni di Claire Redfield, Hannah John-Kamen in quelli di Jill Valentine, Robbi Amell sarà Chris Redfield, Tom Hopper sarà Albert Wesker, Avan Jogia interpreterà Leon S. Kennedy, Nathan Dales sarà Brad Vickers, Marina Mazepa sarà Lisa Trevor e Neal McDonough il Dr. William Birkin.

Cosa vi aspettate dal film, soprattutto alla luce di quanto visto nel trailer?

(Fonte: Comic Book)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.