I doppiatori spagnoli hanno già terminato il loro lavoro sul sequel di Breath of the Wild: il gioco è quasi pronto?

Da quando fu mostrato all’E3 2019, il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha stuzzicato la fantasia di tutti gli appassionati della saga, e dopo oltre un anno di attesa arriva un importante aggiornamento sul gioco, che potrebbe addirittura essere quasi pronto.

L’indizio arriva da un’intervista fatta a due attori spagnoli, Marcel Navarro e Nerea Alfonso, che sono i doppiatori dei personaggi di Zelda e Revali, e che hanno rivelato che il loro lavoro sul sequel dell’esclusiva Switch sono terminati.

Il doppiaggio, per giunta quello nelle varie lingue nelle quali sarà tradotto il gioco, è fondamentalmente uno degli ultimi compiti che le grandi produzioni completano prima di terminare il gioco, il che suggerirebbe che il titolo di Nintendo sia praticamente finito.

sequel zelda quasi pronto

Una supposizione che per la verità cozzerebbe con alcuni report secondo cui Breath of the Wild 2 non sarebbe uscito entro la fine di quest’anno, ma mai dire mai. Naturalmente infatti stiamo parlando di supposizioni, per cui prendete sempre la news col beneficio del dubbio.

C’è molta attesa intorno al gioco, che rimane ancora privo di una data d’uscita: Aonuma, l’autore, ha detto che per il sequel è stata presa ispirazione da Red Dead Redemption 2, mentre gli sviluppatori durante la lavorazione del titolo originale stavano giocando Skyrim.

Il sequel di Breath of the Wild è nato per via delle tante idee che il team di sviluppo aveva per dei DLC del gioco originale. La mole di contenuti avrebbe reso difficile rendere il tutto una semplice aggiunta, per cui si è puntato su un sequel vero e proprio.

Cosa vi aspettate da The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2? Credete davvero che lo sviluppo del gioco possa essere vicino alla conclusione?

 

(Fonte: VGC)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.