Stranger Things avrà una la quinta stagione?

Mentre i fan aspettano di vedere la quarta stagione di Stranger Things pare proprio che i creatori della serie guardino oltre, alla quinta.

In una recente intervista i fratelli Duffer hanno parlato del futuro dello show e di come la pandemia abbia rallentato i lavori. Allo stesso tempo ha permesso loro di rivedere i propri orizzonti, iniziando a pensare a quale potrebbe essere il finale della serie prodotta da Netflix.

Alla domanda se la quarta stagione possa anche essere l’ultima, Ross Duffer ha risposto negativamente.

“La quarta stagione non sarà la fine. Sappiamo bene qual è la fine, e sappiamo quando sarà. La pandemia ci ha dato il tempo di guardare avanti, di capire cosa sia meglio per lo spettacolo. Cominciare a progettarlo ci ha dato un’idea migliore di quanto tempo abbiamo bisogno di raccontare questa storia”.

stranger things quinta stagione

Se confermate le parole di Ross Duffer lasciano pochi dubbi. L’idea è proprio quella di continuare almeno con una quinta stagione.

Sia Netflix che gli attori si sono detti interessati a continuare. Logico soprattutto che il colosso dello streaming sia intenzionato a continuare a produrre lo show, soprattutto se gli ascolti e l’hype intorno alla serie continueranno ad essere alti come ora. Ma come dicevamo, non è questione di quando, ma di come. Ecco cosa hanno detto i Fratelli Duffer:

“Conosciamo la fine dello show da un bel po’ ormai. La verità è che non sapevamo se fossimo andati oltre la prima stagione, per cui ci piaceva l’idea di una stagione che potesse funzionare anche da sola, come se fosse una miniserie. Ma sapevamo che c’era del potenziale per andare oltre. E se fossimo andati oltre quel punto, avevamo già un’idea di come sarebbe andata. E sì, abbiamo un finale in mente. Non vogliamo semplicemente continare a girarci intorno.”

E voi, credete che Stranger Things avrà una quinta stagione? Che ne pensate delle parole degli autori?

(fonte: THR.com)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.