Dopo due settimane di ripresa e bel gioco, il team romano degli YDN è incappato in due sconfitte consecutive contro le prime della classe

 

Termina il 12esimo turno del PG Nationals Summer Split 2020 con un secco 2-10 per gli YDN che sono costretti a capitolare dinnanzi agli Outplayed e i Mkers. Una settimana che fa male, ma non impedisce al rivoluzionato team detentore dell’ultimo Spring Split, di poter puntare ancora al treno playoff.

YDN

Nonostante una sconfitta, quella finale, che fa molto male, soprattutto ripensando al first blood dato ad Eneino con la sua Vayne e all’ottimo esordio di Ryujin al posto di Guè, gli YDN hanno sostanzialmente fatto vedere le note positive che li contraddistinguono, nonostante le amnesie che ne hanno caratterizzato fortemente il macrogame sin dall’inizio della competizione. Un vero peccato perché, come anticipato, le fasi iniziali del Gragas di Ryujin l’hanno visto nettamente in vantaggio, ma lo scaling di Endz con Varus, e l’incredibile lavoro fatto da Zwyro con Akali, hanno resto tutto quanto vano. Oltre a ciò va segnalato che, proprio il polacco ex Queso, al momento sta avendo delle performance di un livello superiore, e nonostante non sia stato il problema numero uno del game, ha dimostrato una solidità inattaccabile.
Gli YDN di coach Revilvage, adesso, dovranno affrontare nell’ultimissima settimana del Summer Split, due team decisamente più nelle loro corde quali i Samsung Morning Stars e i Racoon. Le speranze di staccare l’ultimissimo biglietto per i playoff di questo split risiedono nel fatto che i Cyberground non riescano ad ottenere nessuna vittoria, e che il team romano esca da questa settimana con un netto 2-0. Un’impresa difficile, ma non impossibile, e seppur il futuro degli YDN non dipenda interamente dalle proprie azioni, la capacità di poter influenzare minimamente il destino risiede negli animi dei ragazzi di Revilvage.

No more articles