Dopo una piccola battuta d’arresto, gli YDN sono riusciti subito a riprendersi nella speranza di poter raggiungere l’agognato sesto posto

ydn

2-8 ecco cosa recita lo score degli YDN dopo aver ottenuto una vittoria contro i DayDreamers, mettendo in scena la loro miglior partita della competizione. Un game inizialmente equilibrato, che ha visto la squadra romana forte di una team comp egregiamente studiata. La scelta di pickare Gangplank, Gragas, Cassiopeia, Ezreal e Thresh, ha permesso di scoprire apertamente le carte degli YDN, orientando il game ad una lanephase solida volta a snowbollare dal midgame in avanti. E così è stato.
L’iniziale mattatore di giornata è stato Pese che, dopo essere stato sfortunatamente AFK alla partita di andata, si è ampiamente rifatto contro i DD, bullizzando in lane una sventurata Poppy e dando la possibilità a Guè di concentrarsi prevalentemente sulla Bot e, soprattutto, sulla Mid, dove lo scontro tra Cassiopeia e Syndra si preannunciava infuocato.
La sinergia con il Jungler e le costanti aggressioni di Vaniiali, hanno permesso agli YDN di rendere totalmente vani gli iniziali drake nemici, dando la possibilità a tutto il team di scalare con tranquillità.

Chiusi i primi oggetti, infatti, abbiamo avuto modo di poter assistere a dei teamfight totalmente dominati dal dps di Cassio ed Ezreal, oltre agli ingenti danni critici messi a segno da Pese. Alla fine sono bastati  l’anima del drago della nuvola e il Barone Nashor a completare l’opera di dominio degli YDN, totalmente padroni della landa, grazie ad un macrogame più pulito che mai.
Nonostante l’inciampo dell’1-8 si sono saputi rimettere immediatamente in carreggiata e, come ci è stato confermato anche dal Mentor Coach Recaldinus (trovate qui la nostra intervista Podcast di GamingWildlife), la maturità dei ragazzi è riuscita a venire fuori.
Il treno per i playoff è ancora sui binari e, per gli YDN, il biglietto per salirci sopra è ancora a portata.

No more articles