Il regista Matt Reeves ha partecipato alla serrata della promozione stampa di The War – Il Pianeta delle Scimmie.

Conclusa questa fatica, il suo prossimo impegno sarà la regia del nuovo film stand-alone di Batman. Le domande della stampa si sono quindi concentrate su questo argomento.

Parlando con Fandango, alla domanda se abbia già pensato a una trilogia cinematografica per il Crociato Incappucciato, il regista ha risposto positivamente. Ha ammetto, tuttavia, di considerare il discorso prematuro.

“Ho delle idee per un arco narrativo. Ma la cosa più importante è iniziare col piede giusto. Devi partire con un lungometraggio che sia in grado di dare il via a qualcosa. Quando io e Mark Bomback abbiamo cominciato a lavorare al Pianeta delle Scimmie, sapevamo quali erano i nostri obbiettivi. Quello che non sapevamo ancora era come ottenerli. Che può essere messo in relazione a quello che sta avvenendo con Batman. C’è sempre l’ambizione di dare vita a più iterazioni, ma l’elemento più importante, vitale è quello di raccontare al meglio il primo lungometraggio”.

Parlando con Yahoo Moviek UK, Reeves ha invece discusso dell’ammirazione nutrita verso il collega Christopher Nolan. “Quello che amo dell’operato di Nolan è che ha trattato il genere in maniera molto seria. Al momento mi pare che gli studios stiano mirando a film dal respiro “limitato”. Ma quello che ho scoperto è che questo genere ha davvero il potenziale per essere qualcosa di più. Ti offre tutta una serie di metafore che puoi impiegare per parlare di un sacco di argomenti. Nolan pur agendo nel sistema di un grande blockbuster prodotto da una major, non è caduto nel tranello del film su commissione in cui non viene espresso alcun punto di vista. È ammirevole. Nonostante il suo far parte di questo gigantesco apparato produttivo, è sempre riuscito a mantenere ben presente la sua prospettiva. Quando vedo qualcosa del genere per me è sempre una grande emozione è quello che cerco di ottenere anche io”.

(fonti: CBM.com e Yahoo Moviek UK.com)

No more articles