Il coronavirus non perdona: The Last of Us 2 è stato rinviato per l’ennesima volta insieme a Iron Man VR, entrambi a data da destinarsi

Se questa notizia ve l’avessimo data ieri siamo sicuri che nessuno di voi ci avrebbe creduto e chissà, forse è anche per questo che Sony ha aspettato la giornata di oggi per comunicarla: The Last of Us 2 è stato rinviato per via della pandemia che non ci dà tregua ormai da più di un mese.

Il coronavirus dunque miete un’altra “vittima” dell’industria dell’intrattenimento, dopo aver causato il rinvio di innumerevoli film e produzioni televisive, e colpisce anche i videogiochi, peraltro andando a incidere su uno dei più attesi probabilmente di sempre.

the last of us 2 rinviato

La data d’uscita di The Last of Us 2 era già stata posticipata più volte, l’ultima delle quali aveva fissato l’uscita per il 29 Maggio 2020. Per il momento Sony non ha voluto sbilanciarsi su un nuovo possibile giorno per la release, che dunque è da considerarsi rinviato a data da destinarsi.

Insieme a The Last of Us 2 è stato rinviato anche Iron Man VR, e anch’esso è ora privo di una data d’uscita. Sony e Naughty Dog hanno ufficializzato la notizia via Twitter:

 

 

 

Naughty Dog in particolare è scesa un po’ più nel dettaglio per quanto riguarda la situazione relativa al suo titolo: “La buona notizia è che abbiamo quasi finito lo sviluppo di The Last of Us Part 2. Stiamo risolvendo gli ultimi bug. In ogni caso, anche se finissimo il gioco in tempo, dobbiamo affrontare la realtà che per problemi di logistica al di fuori del nostro controllo, non possiamo far uscire il gioco in una maniera che ci soddisfi. Vogliamo essere sicuri che tutti giochino a The Last of Us Part 2 nello stesso momento, e faremo tutto ciò che possiamo per offrire a tutti la migliore esperienza possibile”.

Insomma, già il periodo è quello che è, ed ora toccherà armarsi ulteriormente di pazienza.

(Fonte: Games Industry)

 

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

3 Commenti

  1. […] Bella iniziativa quella di SoundCloud, la piattaforma di streaming musicale, che ha annunciato con la campagna Keep the Music Going un investimento di 15 milioni di dollari in supporto dei propri autori a seguito dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus, che sta influenzando negativamente praticamente tutti i settori dell’intrattenimento. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui