La notizia che Tredici avrebbe avuto una seconda stagione ha spiazzato un po’ tutti gli spettatori. Quali eventi potrebbero essere narrati in questa nuova serie? A soddisfare, parzialmente, la curiosità dei fan sono intervenuti cast e i produttori. Nella serata di venerdì hanno infatti rivelato qualche dettaglio sulla prossima stagione.

Durante l’evento FYC Emmy, il produttore esecutivo Tom McCarthy ha rivelato che nelle nuove puntate ci sarà più di una voce narrante, elemento confermato anche dallo showrunner Brian Yorkey.Ci sono 12 ragazzi che hanno un’altra versione di quegli eventi e che non abbiamo in realtà ascoltato”.

L’attrice Katherine Langford, interprete di Hannah Baker ha offerto un suggerimento. “Vorrei che fosse qualcuno un po’ oscuro come Skye. Jessica o Alex sono davvero interessanti, sarei curiosa di scoprire che direzione prenderà la loro storia. Voglio credere che Alex sia vivo”.

Dylan Minnette ha poi dichiarato. “Direi Clay, ma avete già trascorso molto tempo con Clay. Perché dovrebbe essere necessario farlo raccontare?”.

Gli attori hanno quindi svelato l’importante dettaglio dell’ambientazione temporale dei nuovi eventi. “Naturalmente mi piacerebbe vedere Clay sfuggire dai suoi demoni dalla prima stagione. Mi piacerebbe vederlo in una situazione migliore. Lo show si svolge un paio di mesi dopo la prima. Sono curioso di sapere come Clay ha affrontato gli ultimi mesi. Ha trovato un modo per andare avanti? Una parte di me si chiede se sarà in grado sfuggire alla sua ansia ma lo dubito perché se fosse ancora ansioso darebbe vita a un’intrigante narrazione”.

Il cast e la troupe hanno quindi commentato le polemiche causate dalla scelta di mostrare con realismo il suicidio di Hannah. Censurare? No! La seconda stagione dovrebbe essere autentica come la prima” ha affermato McCarty.

Tom ha aggiunto. “Come artisti il nostro lavoro è rappresentare e le altre persone possono avere delle opinioni e reagire in modo personale. Quello è il nostro lavoro. Sono davvero orgoglioso dello show. Essendo padre di due figlie ascolto e considero seriamente le critiche. E’ per questo motivo che ho realizzato la serie. Non dovevo fare uno show televisivo attualmente. Ho visto il materiale e ho pensato ‘Oh sì, nessuno ne sta parlando’”.

Katherine e Dylan hanno dichiarato di essere d’accordo e l’interprete di Clay ha spiegato. “Sarei sconvolto se qualcosa fosse censurato. Lo scopo dello show è essere realistico e raccontare la storia in modo onesto. Se non lo facessimo con altre scene non penso che andremmo avanti con la serie. Non devono addolcire nulla. Non l’abbiamo fatto dall’inizio e non penso che lo faremo mai. Sono sicuro che sarà importante e dark come la prima stagione”.

(fonte: The Hollywood Reporter.com)

No more articles